Petrolio ancora in calo: si teme diffusione globale del coronavirus

Money.it Money.it (Economia)

Stessa sorte è toccata al prezzo del petrolio Brent, che ha messo a segno rossi a doppia cifra percentuale.

Negli Stati Uniti, invece, Trump ha tentato di rassicurare gli americani sulla presenza di un rischio non elevato.

Su altri giornali

Il dato precedente aveva fatto segnare un rialzo di 415 mila barili e gli analisti avevano stimato +2,6 milioni di barili. Poco dopo la diffusione dei dati, per acquistare un barile di WTI servono 50,05 dollari, +0,3% rispetto al dato precedente. (Money.it)

Coronavirus, l’oro spicca il volo mentre petrolio e rame vanno a picco Ora gli investitori temono la pandemia. E ormai gli analisti tecnici non vedono più grandi ostacoli nella corsa verso la soglia psicologica dei 1.700 dollari. (Il Sole 24 ORE)

Per contro, il prezzo del petrolio è crollato nelle contrattazioni internazionali, con il Brent a perdere oltre il 4%, scendendo sotto i 56 dollari al barile, -15% da inizio anno. Le quotazioni del petrolio sono schizzate ieri ai massimi dalla fine del 2012, cioè da oltre 7 anni. (InvestireOggi.it)

E nessuno degli altri Paesi colpiti dal contagio pesa quanto Pechino sul mercato: l’Italia ad esempio rappresenta poco più dell’1% della domanda petrolifera globale. È comunque probabile che i consumi energetici della Cina, benché crollati a causa del virus, si riprenderanno in fretta una volta passata l’emergenza. (Il Sole 24 ORE)

Prezzo del petrolio: che succede oggi? Quest’ultimo, tra l’altro, sta attualmente limitando i timidi guadagni messi a segno nelle prime ore del mattino. (Money.it)

Petrolio WTI, grafico giornaliero. Strategie operative con i Certificati StayUP. Se si dovesse verificare una chiusura giornaliera superiore ai 52 dollari al barile, si potrebbero valutare strategie di natura long con il Certificato StayUP di Société Générale con ISIN LU2035272686. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.