Smog, già 11 le città fuori legge: Parma vicina alla soglia critica

Smog, già 11 le città fuori legge: Parma vicina alla soglia critica
Più informazioni:
ParmaToday INTERNO

Sono già 11 le città che a inizio settembre hanno sforato, con almeno una centralina, il limite previsto per le polveri sottili, ossia la soglia dei 35 giorni nell'anno solare con una media di PM10 giornaliera superiore ai 50 microgrammi/metro cubo.

Vicine alla soglia critica anche Asti (con 33 giorni di sforamenti), Lodi e Reggio Emilia (32), Bergamo e Caserta (31) e Parma (30).

Quindi, spiega Legambiente, "l'adozione di misure antismog già da questo settembre potrebbe essere l'unico modo per evitare il superamento dei limiti giornalieri di polveri sottili durante l'autunno e l'inverno prossimi

"Città che inevitabilmente supereranno i limiti nel corso dell'autunno e dell'inverno prossimi", prevede l'associazione. (ParmaToday)

Su altre fonti

Nella generalità, nell’ambiente urbano i due settori che incidono maggiormente sono la mobilità e il riscaldamento domestico, ma in alcune città l’inquinamento industriale o l’agricoltura hanno una notevole incidenza. (AvellinoToday)

***. A Reggio Emilia da inizio anno ad oggi sono 32 i giorni in cui è stato sforato il livello di polveri sottili presenti nell’aria. – A Reggio Emilia è allerta smog: il nostro territorio è vicino a superare la quota di sforamenti di polveri sottili consentiti in un anno e dopo cui scattano provvedimenti ristrettivi anti inquinamento. (Reggionline)

Città che, secondo Legambiente, inevitabilmente supereranno i limiti nel corso dell’autunno e dell’inverno prossimi Sono già 11 le città italiane che a inizio settembre hanno sforato, con almeno una centralina, il limite previsto per le polveri sottili, ossia la soglia dei 35 giorni nell’anno solare con una media di PM10 giornaliera superiore ai 50 microgrammi al metro cubo. (Gazzetta di Parma)

Legambiente: Cremona tre le 11 città oltre i limiti delle Pm10

Per accelerare la transizione ecologica e avviare l’Italia “verso l’inquinamento zero”, per l’associazione sarà fondamentale realizzare insieme sia provvedimenti urgenti che riforme e opere strutturali. (Ottopagine)

Le altre città fuorilegge sono Aversa(51);Acerra(49); Nocera Inferiore(45); Casoria(45); Portici(43); Avellino(39); Napoli(35). In campo agricolo, l’associazione chiede il divieto di spandimento liquami in campo senza copertura immediata. (ilmattino.it)

È quanto emerge dal dossier di Legambiente «Mal’aria 2021 edizione speciale – I costi dell’immobilismo». Vicine alla soglia critica anche Asti (con 33 giorni di sforamenti), Lodi e Reggio Emilia (32), Bergamo e Caserta (31) e Parma (30). (Cremonaoggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr