INFLAZIONE e TASSI: scenario che diventa sorprendente - IntermarketAndMore

INFLAZIONE e TASSI: scenario che diventa sorprendente - IntermarketAndMore
Finanza.com ECONOMIA

E la cosa che mi sembra di notare è che al momento, di transitorio ci siano solo i cali di inflazione.

Perché ci si finanzia a breve a tassi ridicoli e i tassi a medio lungo sono potenzialmente in calo

Quindi, se la FED interviene, l’inflazione non sarà un problema e i tassi a lungo, sorprendentemente potrebbero anche scendere.

Questo porterà ad un rialzo dei tassi della FED addirittura prima del tempo, se lo scenario non cambia, proprio per evitare una pressione inflazionistica futura. (Finanza.com)

Se ne è parlato anche su altri media

Il primo passo potrebbe vedere la Fed ridurre l'ammontare degli acquisti di $15 miliardi al mese. Ecco i cinque fattori più importanti da seguire questo giovedì sui mercati:. 1. (Investing.com)

Punta verso l'alto anche il Brent: il barile con consegna a dicembre passa di mano a 83,91 dollari con una crescita dello 0,88% Sotto le attese invece i dati sui prezzi al consumo:a settembre, rispetto allo stesso periodo del 2020. (La Repubblica)

Il barattolo era accanto a lui nel comunicato e ogni volta che lui ha detto la parola transitoria ci depositava un dollaro all’interno. In questo comunicato sostanzialmente dice che lui e il suo staff non sono affatto d’accordo con tutti coloro i quali dicono che l’inflazione è transitoria. (iLoveTrading)

Fed: il tapering è qui, tutti i dettagli. E intanto Larry Summers suona la sveglia: ‘mai così alto il rischio di perdere il controllo dell’inflazione’

Una situazione complessa. Di conseguenza il tapering, vale a dire la graduale riduzione di questi aiuti potrebbe avere effetti di nervosismo se non di panico sui mercati. Gli interventi di quantitative easing operati dalla Banca Centrale americana e quelli consimili operati dalla Banca Centrale Europea hanno gonfiato il valore dell’ azionario a livelli mai visti. (iLoveTrading)

Mentre si attende il primo rialzo dei tassi di interesse da parte della Bank of England, la FED potrebbe tirare i remi in barca sul fronte dell’acquisto di asset prima della attese del mercato. Si avvicina la fine delle politiche espansive da parte delle banche centrali? (Wall Street Italia)

Al momento, con il suo programma di QE, la Fed acquista asset per un valore totale di $120 miliardi al mese. Dai verbali della Fed è emerso anche un annuncio quantitativo in merito alla riduzione degli acquisti di asset che potrebbe partire già alla metà di novembre. (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr