Covid, primo giorno in zona bianca per altre 4 Regioni

Covid, primo giorno in zona bianca per altre 4 Regioni
QuiFinanza INTERNO

editato in: da. (Teleborsa) – Dopo Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna altre quattro Regioni sono passate oggi in zona bianca.

Sono 65 i decessi registrati oggi, che porta il conteggio totale a 126.588 morti da inizio pandemia

Usiamo il green pass, magari riduciamo le persone”.

Dovremmo arrivare a un punto quanto prima in cui si può anche ballare se si è muniti di green pass.

Nel frattempo sono 1.273 i casi Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Italia con 84.567 tamponi totali (ieri 149.958) di cui 49.756 molecolari (ieri 88.026) e 34.811 test rapidi (ieri 61.932). (QuiFinanza)

Ne parlano anche altre fonti

Sono in zona bianca invece Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Molise, Sardegna, Umbria, Veneto.Non ci sono più regioni in area rossa o arancione, quindi, e questase i dati del prossimo monitoraggio si rivelassero favorevoli. (AndriaViva)

E in zona bianca scatta anche la possibilità di andare a trovare parenti e amici in sei persone (oltre ai figli minori) C’è una speranza di vederlo abolito tra sette giorni: Il Lazio ha “dati da zona bianca” che saranno confermati solo nella rilevazione di venerdì. (Rieti Life)

Entro il 21 giugno tutta l’Italia dovrebbe diventare zona bianca con la sola eccezione della Valle d’Aosta, dove per raggiungere l’agognato traguardo occorrerà attendere la settimana successiva. Intanto i dati epidemiologici sull’andamento della pandemia certificano la prosecuzione della discesa dei casi e dell’impatto sui reparti ospedalieri. (La Nuova Ferrara)

Coprifuoco alle 24: la movida si prepara all'estate

Fino ad allora, il coprifuoco resterà in vigore dalle 24 alle 5 del mattino È un nuovo passo verso la normalità, in attesa che la regione diventi “bianca”. (La Fedeltà)

E soprattutto in zona gialla il coprifuoco inizia a mezzanotte, un'ora dopo a quanto previsto in precedenza. Le prossime regioni "zona bianca" saranno, dal 14 giugno, Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia-Romagna e Provincia di Trento. (Studio Cataldi)

Una soluzione potrebbe essere riportare il divieto di asporto dalle ore 20, specie per arginare la vendita di alcolici nei minimarket”. Viene citata la lite di alcuni giorni fa a Campo de Fiori, nel cuore della movida e del centro di Roma (Metropolis)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr