“Il no alle Olimpiadi non può essere motivato dal rischio di corruzione”

«Sulle Olimpiadi mi ero espresso in tempi non sospetti, è una scelta che spetta alla politica. Io ho sempre detto che mi preoccupa un “no” che sia motivato solo dai rischi di corruzione. Il “no” motivato per motivi economici è giustificabile, il “no” motivato dal rischio di corruzione rischia di ingenerare l’idea di un paese che non ha la forza di... Fonte: La Stampa La Stampa
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....