Autocertificazione Covid a maggio: quando serve in zona gialla, arancione e rossa

Autocertificazione Covid a maggio: quando serve in zona gialla, arancione e rossa
QuiFinanza INTERNO

Se non la si ha con sé, può essere fornita dalle forze di polizia.

Autocertificazione in zona rossa. Chi si trova nella zona rossa deve sempre essere in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti.

Autocertificazione in zona gialla. In zona gialla non è necessario motivare gli spostamenti dalle ore 5.00 alle 22.00 (qui tutte le regole sugli spostamenti e altro in zona gialla). (QuiFinanza)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Per la Campania invece nessun comune in zona rossa: l'unico, quello di Palomonte, in provincia di Salerno, passerà in zona arancione da lunedì 3 maggio. Anche in Lazio un comune in zona rossa: è Bella Farina, frazione di Sabaudia, in provincia di Latina (Fanpage.it)

SPOSTAMENTI - Misure meno restrittive e meno vincoli nella zona gialla, già a partire dal 26 aprile. Zona gialla: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto, province autonome di Bolzano e di Trento. (Adnkronos)

Gran parte d’Italia resta zona gialla, con poche variazioni nei colori delle Regioni a partire da domani, lunedì 3 maggio. In Calabria invece la conferma della zona arancione dipende dalla valutazione di impatto considerata alta, così come in Puglia. (Fanpage.it)

Il report vaccini del 5 maggio: i dati regione per regione

Indice Rt Covid. L’indice Rt è a 0,85 (range 0,80-0,91), in lieve aumento rispetto alla settimana precedente ma comunque sotto l’1 anche nel limite superiore. Regioni con Rt vicini a 1 che rischiano la zona arancione. (QuiFinanza)

Nelle sale al chiuso massimo 500 spettatori (a distanza di un metro), all'aperto fino a 1000. Ecco cosa si può fare e cosa vietato nelle zone rosse, arancioni e gialle. (la Repubblica)

Sono 6.387.653 le dosi somministrate tra gli over 80. Sono 21.615.054 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia. Secondo il report vaccini del Ministero della Salute, al 5 maggio sono 21.615.054 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate fino ad ora, pari all’87,2% delle 24.779.590 ricevute. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr