Dalla battaglia contro il virus a vittime: 70 tra medici e infermieri contagiati

Dalla battaglia contro il virus a vittime: 70 tra medici e infermieri contagiati
Il Gazzettino Il Gazzettino (Esteri)

Dalla battaglia contro il virus a vittime del virus stesso.

Dei tre medici di famiglia ricoverati, due sono stati dimessi mentre un terzo, sessantenne in servizio nell’area del Piovese, è in miglioramento ma ancora in Terapia intensiva.

La notizia riportata su altri giornali

21 i decessi. Virus, numeri ancora in crescita. (TGR – Rai)

Sono tanti i messaggi di solidarietà, gratitudine e stima per i medici e il personale sanitario impegnato a contrastare l’emergenza coronavirus, ma purtroppo non mancano anche gesti d’odio e intimidazioni. (Virgilio Notizie)

Non basta attrezzare reparti per ospitare pazienti malati di coronavirus ed estendere il più possibile l’uso di un farmaco antiartrite. In pronto soccorso è capita anche di ospitare un mio collega con febbre e tosse, il risultato del tamponi è arrivato dopo tre giorni ed è risultato positivo, ora è in quarantena. (Pozzuoli21)

Intanto la risposta alla chiamata per il reperimento di 300 medici ha avuto una straordinaria partecipazione, questo è vero, ma non si parli di volontari: il volontariato è altra cosa. Inoltre per gli infermieri non ci sono stati, come per i medici, bandi della Protezione civile che prevedono, oltre al mantenimento dello stipendio che già percepiscono, la corresponsione di lauti bonus esentasse. (Nurse Times)

Il reparto di terapia intensiva di un ospedale toscano. La Regione Toscana è riuscita a recuperare 60 ventilatori invasivi e da giovedì saranno pronti i primi 60 posti aggiuntivi di terapia intensiva in Toscana, dei 280 previsti a livello regionale, per fare fronte all'emergenza Coronavirus. (TGR – Rai)

“Il motto è aiutiamoli ad aiutarci – spiega Alessandra, ideatrice della pagina Facebook - Basta un piccolo contribuito per sostenerci a vicenda e sostenere chi sta rischiando sulla propria pelle, per poter salvare la nostra in questo periodo di emergenza”. (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.