Da Tesla a Stellantis e Volkswagen, l'auto elettrica e a idrogeno sarà protagonista in Borsa grazie agli investimenti verdi

La Stampa ECONOMIA

Mentre tutti guardano a Tesla e Nikola, tra i pionieri della mobilità elettrica, altri attori sono entrati in competizione.

E Volkswagen punta a vendere 1,5 milioni di veicoli elettrici all’anno entro il 2025.

Perché la produzione di veicoli elettrici è solo una parte del progresso.

Si va dal Global X Autonomous & Electric Vehicles Etf al KraneShares Electric Vehicles & Future Mobility Etf, passando per l’SPDR Kensho Smart Mobility Etf

Da Daimler a Volvo, passando per Stellantis e Volkswagen, le case automobilistiche “tradizionali” stanno correndo verso il futuro. (La Stampa)

Su altri giornali

Come ha precisato in una lettera ai dipendenti, che viene citata dal periodico francese L'Usine Nouvelle, la Casa di Palo Alto ha avvisato i dipendenti che la fabbricazione di questo modello viene bloccata fra il 22 febbraio e il 7 marzo, senza però comunicare le ragioni di questo stop. (La Repubblica)

La popolarità raggiunta, e i tanti fan, gli avevano consentito di ottenere gratis da Tesla una nuova Model X, grazie al programma referral, ed una volta diventato youtuber professionista era passato a Model 3. (DMove.it)

Come molti forse sapranno, Tesla consente di associare un nome al proprio veicolo, e la prima Tesla di Nyland si chiamava proprio come la celebre astronave di Star Wars. TeslaBjorn, questo il suo nickname, ha potuto rintracciare la sua vecchia auto, e in accordo con uno sponsor la ha ricomprata. (DMove.it)

Non sono state però comunicate le ragioni di questo stop. LEGGI ANCHE Tesla Model Y: la casa americana cancella la versione economica. Possibili cause — Secondo alcuni analisti potrebbe trattarsi di una carenza di parti provenienti dalla filiera delle forniture automotive. (La Gazzetta dello Sport)

Ma tra i singoli segmenti il più affidabile è quello delle automobili, con una media di 111 problemi ogni 100 veicoli, mentre Suv e autocarri, che in Usa rappresentano circa l’80% del mercato, registrano rispettivamente 122 e 130 problemi ogni 100 veicoli. (La Repubblica)

Ricordiamo che a fornire i chip per le funzioni di guida autonoma a Tesla ci pensa Samsung, che solo la scorsa settimana ha dichiarato di aver chiuso la sua fabbrica di Austin Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, l’intenzione di Tesla è quella di aumentare la produzione delle sue linee Model S e Model X più costose, che quindi presto torneranno a due turni. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr