Rovigo. Uccide la moglie e si toglie la vita. Trovata una lettera di scuse - TGR Veneto

Rovigo. Uccide la moglie e si toglie la vita. Trovata una lettera di scuse - TGR Veneto
TGR – Rai TGR – Rai (Interno)

Il dramma nella loro casa di Via Gramsci.

Renata Berto aveva 80 anni ed era malata da tempo.

L'uomo, 87 anni, ex gestore di un impianto di carburante, ed ex campione di ciclismo, avrebbe sparato alla moglie e poi si sarebbe tolto la vita.

Se ne è parlato anche su altre testate

I due, secondo quanto si apprende, avrebbe lasciato una lettera firmata da entrambi in cui chiedono scusa per il loro gesto. La lettera di scuse lasciata dai due anziani sarebbe indirizzata ai due figli della coppia. (La Repubblica)

LETTERA AI FIGLI CON LE SCUSE. Prima di compiere il gesto marito e moglie hanno scritto e firmato una lettera indirizzata a figli e familiari, in quelle righe i due hanno chiesto scusa per quello che stavano per fare. (Il Gazzettino)

Le ha sparato con la semiautomatica uccidendola, e poi ha rivolto l’arma contro sé stesso ma senza riuscire a togliersi la vita. Specialmente da parte di Tino, che portava a spasso il cane tutte le mattine ed era sempre sorridente con tutti». (Corriere della Sera)

Le due vittime sono marito e moglie, Tino Bellinello di 87 anni e Renata Berto di 78 anni. (Il Sussidiario.net)

Rovigo, ex campione di ciclismo uccide la moglie e si toglie la vita: incredibile tragedia nel giorno di Sam Valentino in Veneto. (Inews24)

Tino Bellinello, 87 anni, ha ucciso con un colpo di pistola la moglie Renata Berto e si è sparato. Secondo le prime ricostruzioni, Tino Bellinello, 87 anni, ha preso la Beretta calibro 7,65 che deteneva regolarmente e con questa ha fatto fuoco contro la moglie, Renata Bergo, 79 anni, che era ancora a letto. (La voce di Rovigo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti