Molotov, autobus in fiamme e scontri con la polizia: sesta notte di tensione in Irlanda del Nord – Il video

Molotov, autobus in fiamme e scontri con la polizia: sesta notte di tensione in Irlanda del Nord – Il video
Più informazioni:
Open ESTERI

Gli scontri nelle due località sono proseguiti anche nel weekend di Pasqua, data simbolo degli accordi di pace tra le due Irlande, provocando il ferimento di 4 agenti

I tumulti sono iniziati venerdì scorso proprio nella capitale nordirlandese per poi espandersi nelle altre città, tra cui Newtownabbey, poco fuori Belfast, e Carrickfergus, nella conta di Antrim.

Da Belfast alle città costiere proseguono gli scontri e l’ombra dei troubles si allunga fino a Londra dopo il sesto giorno consecutivo di violenze. (Open)

Su altre testate

Auto e autobus sono stati dati alle fiamme ma i rivoltosi hanno anche gettato bombe molotov contro la polizia che ha risposto con cariche e idranti. Sono persone che sono ai primi livelli della criminalità che potrebbe azzerare le loro possibilità future. (Euronews Italiano)

I manifestanti, che hanno definito Netanyahu ‘crime minister’, ritengono che il premier non possa rimanere in carica mentre è ancora sotto processo per corruzione (LaPresse)

Con una avvertenza: non tutti i cattolici sono separatisti e non tutti i protestanti sono unionisti Disordini che hanno sconvolto l’Ulster nelle giornate pasquali e che hanno coinvolto giovani teppisti di età inferiore ai 14 anni. (Startmag Web magazine)

Un'altra notte di violenze a Belfast

Nuovi disordini nell’Irlanda del Nord. La premier dell’Irlanda del Nord, Arlene Foster del partito unionista democratico filo-britannico, e la vice premier Michelle O’Neill, del partito nazionalista irlandese Sinn Fein, hanno entrambe condannato i disordini e gli attacchi alla polizia. (Gazzetta di Modena)

Il governo di Belfast ha indetto per giovedì una riunione di emergenza Le tensioni causate dal difficile equilibrio del dopo-Brexit. (Rai News)

elle nuove violenze sono esplose nella notte a Belfast, con scontri fra manifestanti e polizia, un autobus bruciato e un giornalista aggredito. «Nessuno può trarne un guadagno», ha aggiunto, «chiediamo a tutte le parti di astenersi immediatamente da questi atti di violenza». (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr