Il ministro Le Maire: “Renault potrebbe pure scomparire”

La Gazzetta dello Sport La Gazzetta dello Sport (Economia)

Anche la Commissione europea aveva autorizzato il Paese transalpino a concedere garanzie statali su prestiti bancari per 5 miliardi a Renault.

“Sì, la Renault potrebbe scomparire”, ha detto Le Maire, aggiungendo che, tuttavia, il presidente della Renault Jean-Dominique Senard stava lavorando duramente su un nuovo piano strategico, e anche con il sostegno del governo francese.

Ne parlano anche altri media

“La Renault può scomparire, i grandi produttori industriali possono scomparire, dobbiamo prendere in considerazione questa ipotesi“, ha detto. POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Coronavirus, Francia: piano da 18 miliardi per salvare il turismo (Inews24)

Auto, «Renault potrebbe scomparire». L’alleata Nissan si prepara a tagliare 20mila posti. 2' di lettura. La crisi dell’auto innescata dalla pandemia colpisce duro l’Alleanza Renault Nissan. (Il Sole 24 ORE)

Venerdì prossimo 29 maggio il gruppo è chiamato a presentare il suo piano strategico con tagli valutati al momento per 2 miliardi di euro. Il piano potrebbe includere la chiusura di tre fabbriche di taglia media in Francia, come anche la conversione dell’emblematico sito industriale di Flins, nel dipartimento delle Yvelines, nell’hinterland di Parigi (Corriere del Ticino)

E non si puo' ignorare l'epopea del turbocompressore, gia' apparso qua e la' su qualche modello; fu Renault però a lanciarlo su una piccola auto, la R5, nel 1980, mentre nel 1977 aveva rivoluzionato il mondo delle corse montandolo per prima su un'auto di Formula 1 (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Ad aprile le case automobilistiche tedesche hanno quasi completamente cessato la produzione: sono uscite dalla catena di montaggio solo 10.900 auto (-97%). Le nuove immatricolazioni di auto sono state a marzo 28.396 a marzo (-85%) e a 4.293 ad aprile (-98%). (L'HuffPost)

Per il ministro, il presidente della Renault Jean-Dominique Senard stava lavorando duramente su un nuovo piano strategico anche con il sostegno del governo francese, ma Le Maire aveva ammesso di non aver ancora firmato la garanzia di un prestito di 5 miliardi di euro (5,5 miliardi di dollari) per la Renault, le cui modalità erano ancora in discussione. (TG La7)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr