Cancellato il debito di 44 milioni di euro alla Cantina di LaVis. Ma che fine faranno i dipendenti?

la VOCE del TRENTINO la VOCE del TRENTINO (Economia)

Non succede certo di frequente che le banche per aiutare i propri clienti, rinuncino ai propri crediti.

Operazione finanziaria a parte, sulla quale porsi delle domande è cosa più che lecita, ci sono i dipendenti: che fine faranno quelli della Cantina di Lavis dopo il trasferimento delle attività a Ravina?

E’ vero che con la cessione dei gioielli di famiglia (ovvero le società commerciali e industriali) per un ricavo di 22 milioni, della Cantina di Lavis era rimasto ben poco di appetibile.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.