Gaia, sparita su nave Genova-Palermo. Indagini sul telefonino, il giallo dell'ultimo sms inviato

Fanpage.it INTERNO

La prossima settimana in procura si svolgerà l'accertamento irripetibile sullo smartphone della giovane trovato accanto alla felpa in una panchina della nave. I genitori: "Non si è uccisa, aveva tanti progetti per il futuro". (Fanpage.it)

Su altri giornali

Lo testimonierebbe un sms, scritto e mai inviato, al suo (ex) fidanzato: " Ti amo, addio, perdonami ". Vorremmo poter visionare le telecamere della nave ", precisano in un’intervista al Corriere della Sera. (ilGiornale.it)

Era partita in traghetto da Genova con il fratello quindicenne, Matteo, per tornare in Sicilia, regione di origine della famiglia che vive ormai da tempo in Lombardia. Un suicidio, secondo gli investigatori che sospettano che la giovane si sia lanciata in mare di notte perchè soffriva per una delusione amorosa. (Giornale di Sicilia)

Si è parlato di un messaggio scritto dalla giovane, residente a Paderno Ponchielli, nel Cremonese, e originaria di Codogno, in provincia di Lodi, che sarebbe solo arrivato a destinazione quando la nave stava per arrivare a Palermo. (IL GIORNO)

"Temiamo sia stata aggredita", fa sapere il legale della famiglia invitando chiunque possa avere visto la giovane a bordo della nave la notte tra il 10 e l’11 novembre a dare notizie. Angela e Rocco Randazzo, non credono che Gaia (nella foto), la loro figlia 20enne sparita da un traghetto in viaggio verso Palermo possa essersi suicidata, buttandosi in mare come invece sospettano gli investigatori. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Ragazza scomparsa su nave Genova-Palermo. I genitori: «Non crediamo all’ipotesi del suicidio» (MeridioNews - Edizione Sicilia)

Di Lara Sirignano Andava a Palermo dai nonni: «Chi l’ha vista parli». «Aveva lasciato il fidanzato ma stavano insieme solo da quattro mesi e lei non soffriva» (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr