Elezioni Quirinale, a Piazza Venezia pronta l'auto che accompagnerà il nuovo presidente al Colle

Il Messaggero ECONOMIA

Le quattro auto sono state utilizzate in occasione delle visite di capi di stato come John Fitzgerald Kennedy, Charles De Gaulle e per le celebrazioni del Centenario dell'Unità d'Italia

Fu proprio il presidente a richiedere al maestro carrozziere Pinn Farina di disegnarla nel 1960 affinché prendesse il posto della vecchia Fiat 2800 cabriolet ministeriale del 1939.

É già pronta a Piazza Venezia la Lancia Flaminia 335, auto presidenziale che condurrà il nuovo presidente eletto al Quirinale per la cerimionia di insediamento. (Il Messaggero)

Su altri media

Dal 1961 a oggi una delle poche certezze della Repubblica Italiana è la Lancia Flaminia Presidenziale, la cabriolet che ha accompagnato tutti i capi di stato da Giovanni Gronchi in poi e che accoglierà anche il prossimo. (La Stampa)

La Lancia Flaminia è la «primadonna» dei cortei di Stato e compare solo in rare occasioni ufficiali: l’insediamento del presidente della Repubblica, la parata del 2 giugno, l’omaggio all’altare della Patria, visite di Stato di particolare rilievo. (Giornale di Sicilia)

Diventare Presidente della Repubblica per quelle persone che hanno deciso di dedicare la loro intera esistenza alle istituzioni statali rappresenta il coronamento di un sogno e probabilmente la massima ambizione esistenziale. (QuattroMania)

Per le altre occasioni invece il nuovo Capo dello Stato utilizzerà una delle altre cinque auto presenti nel garage del Quirinale: una Maserati Quattroporte e quattro Lancia Thesis (Sport Fanpage)

Nella nostra foto gallery, che potete sfogliare qui sopra, potete trovare alcuni esempi delle best seller In attesa di conoscere il nome del successore, abbiamo sfogliato i dati di vendita per scoprire quali sono stati i modelli più venduti sul nostro mercato mentre il dodicesimo presidente era in carica. (Quattroruote)

Il Presidente, per tutta risposta, ne inviò una, la quinta, a Buckingham Palace, passata così alla storia col nome ufficioso di "Belsedere". Oltre alla perfetta regolarità di marcia, l'auto deve assicurare il funzionamento del motore in ogni occasione, ed evitare di "lasciare a piedi" il Presidente, così sono state aggiunte una pompa della benzina elettrica e una bobina di riserva (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr