Rt sopra 1 in 3 regioni, terapia intensiva oltre soglia critica in 8

Rt sopra 1 in 3 regioni, terapia intensiva oltre soglia critica in 8
Sputnik Italia INTERNO

8 regioni e provincie autonome. In(meno delle 12 della settimana scorsa) il tasso di occupazione in terapia intensiva o nelle aree mediche è sopra la soglia critica

11 regioni e province autonome hanno una classificazione di rischio moderato: Calabria, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Bolzano, Puglia, Sicilia, Toscana e Veneto.

In Campania e Sicilia, inoltre, gli esperti ritengono che possa verificarsi uno scenario di trasmissibilità compatibile a un Rt2. (Sputnik Italia)

Ne parlano anche altre fonti

In attesa delle decisioni ufficiali, dovrebbero rimanere in zona arancione Calabria, Sicilia e Basilicata Tra queste, due regioni (Campania e Sicilia) hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 2, riporta la bozza. (PalermoToday)

Oggi l'Italia registra un aumento di 9.148 casi Covid, cifra che porta il totale di casi dall'inizio della pandemia a 4.044.762 . Nell'ultimo giorno sono state registrate 144 vittime, mentre il totale dei decessi sale a 121.177 . (Sputnik Italia)

Il totale dei contagiati dall’inizio della pandemia sale a 4.035.617 persone, quello delle vittime a 121.177 Sono 9.148 i nuovi casi di Coronavirus in Italia, a fronte di 156.872 tamponi effettuati (tra antigenici e molecolari). (Fortune Italia)

Covid, variante inglese domina in Italia. Iss: "Monitorare con attenzione"

Dei 702 nuovi casi, gli asintomatici sono 285 (40,6%). Secondo il quotidiano aggiornamento fornito dall'Unità di Crisi sull'andamento della pandemia, in provincia sono 33 i nuovi casi di positività al Covid registrati nelle ultime 24 ore. (Il Piccolo)

Al 15 aprile scorso la prevalenza della 'variante inglese' (B. L'indagine Covid-19, Iss: in Italia variante inglese al 91,6%, brasiliana al 4,5% 1 caso variante indiana e 11 di nigeriana al 15 aprile. Condividi. (Rai News)

Mentre la variante inglese "è ormai ampiamente predominante, particolare attenzione va riservata alla variante brasiliana la cui prevalenza è rimasta pressoché invariata rispetto alle precedenti survey". (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr