Pedofilia in Vaticano, la Corte dei diritti dell'uomo rigetta il ricorso: “Santa Sede immune”

Pedofilia in Vaticano, la Corte dei diritti dell'uomo rigetta il ricorso: “Santa Sede immune”
Gazzetta del Sud ESTERI

I ricorrenti, di nazionalità belga, francese e olandese, erano stati respinti dai tribunali belgi, che avevano invocato l’immunità giurisdizionale della Santa Sede.

La Cedu ha invocato in particolare «l'immunità» della Santa Sede riconosciuta dai «principi di diritto internazionale».

La Cedu, che si esprime per la prima volta su questo tema, si è pronunciata a favore dei tribunali belgi

La Corte europea dei Diritti dell’uomo (Cedu) di Strasburgo ha rigettato oggi 24 querelanti che avevano citato in giudizio il Vaticano dinanzi ai tribunali belgi senza successo per atti di pedofilia commessi da preti cattolici. (Gazzetta del Sud)

La notizia riportata su altri giornali

La Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) si è espressa nella giornata di ieri per la prima volta sugli episodi di pedofilia che stanno travolgendo il Vaticano. La Santa Sede, in virtù “dei principi di diritto internazionale” risulta “immune” alle querele. (Tuttogossipnews -)

Pedofilia, una terribile piaga per la Chiesa cattolica. Tuttavia, oltre al caso francese, la pedofilia è una piaga che la Chiesa si porta da molti anni. Infatti, secondo i principi del diritto internazionale il Vaticano, in quanto Stato sovrano straniero, non può essere citato in giudizio in tribunali esteri. (RomaIT)

Infine, nonostante il ricorso, la Cedu ha dato ragione ai tribunali. Gli stessi tribunali avevano da subito respinto i ricorrenti di nazionalità belga, francese e olandese, invocando l’immunità giurisdizionale della Santa Sede in quanto ente sovrano straniero. (ilFormat)

Vittime pedofilia contro Corte Europea: «Impunità Vaticano? Stupido negare il nesso con le diocesi»

Arriva la sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’uomo a proposito del Vaticano, che sicuramente farà parecchio discutere. Per questo riteniamo legittimo che la giustizia belga abbia reputato la Santa Sede come un ente sovrano straniero, con gli stessi doveri ma anche diritti di uno Stato” (Metropolitan Magazine )

Secondo la Corte Europea il Vaticano non può essere denunciato per pedofilia perché gode dell'immunità sovrana. È stato anche affermato che la cattiva condotta dei preti e dei superiori non può essere attribuita alla Santa Sede. (Notizie.it )

Secondo Snap – il network delle vittime – si tratta di una decisione paragonabile a un «irritante promemoria dell'impunità del Vaticano, resa possibile dal suo status di stato sovrano». Si sono rivolti alla Corte europea dopo che i tribunali belgi hanno stabilito che non avevano giurisdizione data l'immunità della Santa Sede come stato sovrano. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr