Ai Giochi Olimpici le campionesse del mondo degli Usa hanno perso 3-0 contro la Svezia

Ai Giochi Olimpici le campionesse del mondo degli Usa hanno perso 3-0 contro la Svezia
Rivista Undici SPORT

Anche il Ranking Fifa conferma la forza delle svedesi: prima dei Giochi, la selezione guidata da Peter Gerhardsson era quinta, alle spalle degli Usa, della Germania, della Francia e dell’Olanda.

Siamo arrivati a oggi, e il cerchio si è chiuso in maniera definitiva, incontrovertibile: dopo il netto 3-0 incassato nella prima gara ai Giochi Olimpici, si può dire che la squadra campione del mondo abbia trovato la sua cryptonite, la sua bestia nera. (Rivista Undici)

Se ne è parlato anche su altri media

La Svezia si conferma così bestia nera delle statunitensi, dopo che anche nel 2016, ai Giochi di Rio, erano state eliminate ai rigori proprio dalle scandinave. Una doppietta di Stina Blackstenius (25' e 54') e la rete conclusiva della subentrata Lina Hurtig (72') hanno sbalordito le campionesse del mondo, fermate ben due volte dal palo. (Tutto Juve)

Di quella sfida, ben sette giocatrici americane erano in campo anche oggi Svezia - Usa 3-0. Esordio traumatico per la nazionale di calcio degli Stati Uniti all'Olimpiade di Tokyo 2020. (Rai Sport)

Olimpiadi, calcio femminile: Stati Uniti sconfitti dalla Svezia, primo ko dopo 44 gare

Gli Stati Uniti hanno cominciato le Olimpiadi di Tokyo nello stesso modo in cui le avevano chiuse a Rio Le superfavorite americane sono state battute 3-0 dalla Svezia che peraltro le aveva già sconfitte a Rio 2016 ma in quella occasione ai rigori. (IlNapolista)

Il 3-0, invece, lo ha segnato Lina Hurtig, esterno della Juventus. La Nazionale americana, infatti, era imbattuta da ben 44 partite: l'ultima sconfitta era arrivata nel gennaio del 2019, contro la Francia in amichevole. (Sky Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr