West Nile, l’Ausl: "Intensificare la prevenzione"

West Nile, l’Ausl: Intensificare la prevenzione
il Resto del Carlino SALUTE

"Quest’anno la circolazione del West Nile virus è iniziata leggermente prima rispetto alle stagioni precedenti – spiegano dall’Ausl – e fino ad oggi sono segnalati casi nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Ferrara.

L’uomo, come pure i cavalli, viene occasionalmente infettato tramite punture di zanzare e non è in grado di trasmettere l’infezione ad altre zanzare, né ad altre persone. (il Resto del Carlino)

La notizia riportata su altre testate

•un uomo di 66 anni di Maserà di Padova, in Terapia Intensiva. Si allarga il numero dei pazienti colpiti dal virus ricoverati presso l’Azienda Ospedale Università di Padova. (Il Mattino di Padova)

In Veneto sono 70 i casi di West Nile accertati, di cui 28 di febbre del Nilo e 42 della malattia neuro-invasiva. Sono 70, in tutto, i casi accertati di West Nile nell’uomo nel Veneto, di cui 42 neuro-invasivi: sei i decessi registrati, tutti uomini, con età media superiore agli 80 anni. (RovigoInDiretta.it)

"Sono più che raddoppiati nell’ultima settimana" in Italia i casi di infezione da West Nile Virus nell’uomo. Lo indica il bollettino, aggiornato al 2 agosto, realizzato dall’Istituto Superiore di Sanità sull’attività di sorveglianza del virus West Nile, per il quale non esiste un vaccino e che "nei casi più gravi, circa 1 su mille può causare un’encefalite letale". (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Febbre del Nilo, casi in aumento

West Nile virus: in una settimana raddoppiati i contagi. La febbre del Nilo è una malattia provocata dal virus West Nile (West Nile Virus, Wnv), un virus della famiglia dei Flaviviridae isolato per la prima volta nel 1937 in Uganda, appunto nel distretto West Nile (da cui prende il nome). (Blitz quotidiano)

Più che raddoppiati i casi umani di infezione da West Nile virus nell’ultima settimana di sorveglianza. Le analisi molecolari eseguite hanno identificato la circolazione del Lineage 1 e Lineage 2 (Adnkronos)

Il virus viene trasmesso dalle zanzare e nei soggetti fragili può avere gravi conseguenze. Le malattie nel 20% dei casi provoca febbre alta e dolori muscolari. (RSI.ch Informazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr