Da inizio pandemia morti 15 sacerdoti marchigiani

Il Resto del Carlino INTERNO

La Sir, l’agenzia dei vescovi italiani, rileva come "tra poco si dovrà parlare di una vera e propria generazione perduta di sacerdoti per la Chiesa italiana.

A seguire, tra le regioni del centro (11%) e del sud (11%) con il numero più alto di vittime, ci sono le Marche con 15 sacerdoti morti (6%), la Campania con 12 (4%) e l’Umbria con 7 (3%).

Sono 269 i sacerdoti morti a causa del Covid-19 in Italia". (Il Resto del Carlino)

Su altri media

Ecco quali sono. . . Coronavirus, tutti gli aggiornamenti in diretta Ma non è l'unica regione che spera di passare alla fascia inferiore di rischio dal 12 aprile, l'arancione. (Sky Tg24 )

Tuttavia, occorre considerare che la situazione in Lombardia resta preoccupante per quanto riguarda i ricoveri in terapia intensiva e che l’incidenza dei casi (250 ogni 100mila) è ancora al limite (Scuolainforma)

Covid, tutti gli indici Rt delle Regioni: chi rischia di più dopo Pasqua

Sono 269 i sacerdoti morti a causa del Covid-19 in Italia nel primo anno della pandemia. Dall'1 marzo 2020 all'1 marzo 2021, il clero diocesano ha pagato duramente la vicinanza alla gente, la presenza negli ambienti più esposti al virus e la fragilità di un'età avanzata. (IL GIORNO)

Altre 6 Regioni hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 2. Gli indici Rt delle Regioni. Ecco gli indici Rt per Regione, e chi rischia di più. (QuiFinanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr