Morta dopo asportazione del neo: condannato il medico e santone di Genova

ilGiornale.it INTERNO

La morte di Roberta Repetto, insegnante di 40 anni a cui fu asportato un neo sul tavolo da cucina del centro olistico di Borzonasca (Genova), ha un colpevole. Sono stati infatti condannati a 3 anni e 4 mesi di reclusione il cosiddetto santone del centro Anidra, Paolo Bendinelli, e il medico bresciano Paolo Oneda. I giudici Per i giudici non fu un omicidio volontario ma un intervento eseguito con colpa e imperizia. (ilGiornale.it)

Su altri media

Morta a 40 anni per un melanoma dopo la barbara asportazione di un neo sulla schiena. Eseguita senza anestesia e senza disporre l’esame istologico. (Open)

Medico chirurgo specialista in Chirurgia generale, agopuntore. Questo si legge di Paolo Oneda sul sito internet del centro olistico Anidra di Borzonasca, in Liguria. (Fanpage.it)

Era morta in seguito all'asportazione di un neo, ora è arrivata la sentenza per Paolo Bendinelli il santone del centro olistico Anidra a Genova e il medico bresciano Paolo Oneda, accusati dell’omicidio colposo di Roberta Repetto. (Saturno Notizie)

Brescia, il gup ha riqualificato l'accusa da omicidio volontario a colposo per la morte di Roberta Repetto: tre anni e 4 mesi al medico che operò in agriturismo Roberta Repetto morta dopo l'asportazione di un neo: condannato il chirurgo Paolo Oneda (IL GIORNO)

I tre erano imputati di omicidio volontario in concorso e il sostituto procuratore Gabriella Dotto aveva chiesto 16 per Bendinelli, 14 per Oneda e 10 per Dora. (Genova24.it)

Centro olistica Anidra di Borzonasca. Il Tribunale ridimensiona le accuse contro Paolo Bendinelli, il santone e il medico Paolo Oneda. L’omicidio di Roberta Repetto, morta a seguito dell’esportazione di un neo, non fu volontario, ma colposo. (LevanteNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr