Germania: smantellata una rete globale di 400mila pedofili

Germania: smantellata una rete globale di 400mila pedofili
laRegione ESTERI

Un grande successo investigativo di cui il governo tedesco e in particolare il ministro dell'Interno Horst Seehofer si sono detti molto soddisfatti.

Il quarto arrestato era invece uno 'user' particolarmente operativo: aveva postato ben 3.500 contributi in rete, per condividerli

Dopo mesi di indagini avvenute in collaborazione con gli organi investigativi di Olanda, Svezia, Australia e Canada, e sotto il coordinamento dell'Europol. (laRegione)

Su altre fonti

Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. (tvsvizzera.it)

È quanto comunicato dall’Ufficio centrale per la lotta alla criminalità su Internet (Zit) presso la Procura di dFrancoforte sul Meno. Un altro cittadino tedesco è stato fermato in Paraguay in seguito ad un ordine d’arresto internazionale (L'HuffPost)

“Le persone che forniscono un mercato a tutto questo devono essere affrontate con la massima fermezza” ha aggiunto infine la ministra Su Boystown uno scambio mondiale di registrazioni di abusi su minori. (il Mitte)

Condividevano materiale pedo-pornografico sul web: sgominata in Germania rete Darknet da 400 mila adepti

Esistono ancora altre reti simili e naturalmente gli investigatori intendono mantenere riservati gli strumenti che gli hanno permesso di ottenere questo risultato" Una indagine della polizia tedesca ha portato alla luce una piattaforma digitale, nascosta nel cosiddetto darkweb, usata per lo scambio di materiale pedopornografico almeno dal 2018. (Notizie - MSN Italia)

La rete sul Darknet, attiva dal giugno del 2019, è stata smantellata proprio in questi giorni dall’Anticrimine federale tedesco. Sulla piattaforma gli utenti potevano scambiarsi contenuti, cercarli per categoria e chattare tra loro (greenMe.it)

Dopo aver notato questa serie di strani annunci, la redazione, si è finta interessata allo scambio tra bonus e contanti, iniziando una conversazione con il truffatore. Dunque, l’invito, è quello di non fidarsi di queste vantaggiose offerte, in quanto si tratta in realtà, solo di tentativi di ottenere dati sensibili della persona con conseguenze spesso pericolose (Minformo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr