Allarme contagi: bresciano un morto su dieci per Covid ieri in Italia, ospedali saturi

Allarme contagi: bresciano un morto su dieci per Covid ieri in Italia, ospedali saturi
Corriere della Sera INTERNO

Il Covid, killer silenzioso, si è portato via 25 persone di cui quattro casi in Valcamonica

La Lombardia ha chiuso la giornata con 1.491 casi positivi, di cui 550 a Milano e provincia, 186 a Bergamo e 472 nel Bresciano.

Situazione difficile anche in Valcamonica: crescono i ricoveri a Esine con 67 pazienti positivi di cui quattro in Rianimazione.

La nostra provincia ha cumulato il 29% di tutti i casi positivi della regione. (Corriere della Sera)

Su altre testate

a versione B.1.1.7 del coronavirus, conosciuta principalmente come "variante inglese", resta presente nell'essere umano quasi il doppio del tempo rispetto alla versione "classica". «Per gli individui affetti dalla variante britannica la durata media dell'infezione è stata di 13 giorni», hanno spiegato i ricercatori. (Ticinonline)

Le varianti del virus Sars-CoV-2 - sostiene Pregliasco - "sicuramente preoccupano" ma "non devono essere considerate un dramma. Milano, 24 febbraio 2021 - "I modelli ci dicono che per metà marzo il rischio è che tutti i casi siano collegati alla variante inglese. (IL GIORNO)

Covid-19, bollettino medico del 23 febbraio. • 13.314 contagiati. • 356 morti. • 12.898 guariti. +28 terapie intensive | +140 ricoveri. 303.850 tamponi. Tasso di positività: 4,4% (-1,3%). 3.647.651 dosi di vaccino somministrate in totale. (Inews24)

Covid e varianti, Pregliasco ora è preoccupato: nuova previsione

I soliti giornali mi hanno massacrato nell’ultima settimana, avevo previsto che l'esplosione delle varianti del covid ovunque con focolai molto seri in alcune aree". Ma nel mio mestiere non ho mai vissuto una situazione come questa, con persone che muoiono con la fame d'aria. (Adnkronos)

Covid e varianti, Pregliasco ora è preoccupato: nuova previsione Il virologo Fabrizio Pregliasco ha fatto una nuova previsione per metà marzo: cosa succederà con l'avanzare delle varianti. La variante inglese continua a destare preoccupazione in Italia e il virologo Fabrizio Pregliasco è convinto che “per metà marzo il rischio è che tutti i casi” di coronavirus siano collegati alla nuova mutazione. (Virgilio Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr