Infermiera narcotizzata e stuprata, arriva la confessione

Infermiera narcotizzata e stuprata, arriva la confessione
Today.it INTERNO

In precedenza, infatti, durante l'interrogatorio con il pm aveva dichiarato che il rapporto era stato consensuale, per poi ritrattare.

L'uomo negava ma a prescindere dalla confessione, sarebbe esistita la registrazione di una telefonata in cui il medico ammette l'abuso

Qui la donna è stata narcotizzata con un farmaco e poi violentata mentre era priva di sensi.

Negava di aver stuprato l'ex fidanzata dopo averla narcotizzata, ma alla fine è arrivata la confessione. (Today.it)

Ne parlano anche altre testate

x x. SARONNO – “Un anestesista di 52 anni, di Saronno, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una donna con la quale aveva avuto una breve relazione”. È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno (ilSaronno)

Annalisa Abate è l’avvocato difensore della donna che ha denunciato Andrea Carlo Pizzi, l’anestesista di 52 anni di Saronno accusato di violenza sessuale aggravata per aver iniettato alla sua ex fidanzata un farmaco antidolorifico che la donna non tollera. (varesenews.it)

A denunciarlo è un'infermiera che invece lavora in un ospedale in provincia di Milano e che sarebbe stata violentata a casa dell'uomo. Ai militari ha raccontato di aver trascorso una serata con lui a Saronno e poi in una festa a Rovello Porro. (Fanpage.it)

Andrea Carlo Pizzi, la confessione del medico di Como: "Ho drogato e violentato la mia ex"

"Probabilmente con lei avevo ammesso il falso – aveva dichiarato – per togliermela di torno". La misura riporta anche dettagliatamente la cronologia delle ricerche on line fatte da Pizzi nei giorni successivi: "Stupro con farmaci" l’8 luglio, "Serial killer psicopatici. (IL GIORNO)

È accusato di violenza sessuale aggravata dall’uso di sostanze narcotiche. Saronno — Un’iniezione con mezza fiala di un potentissimo antidolorifico per mettere ko la donna con cui aveva avuto una relazione. (Corriere della Sera)

Poi la donna ha avuto un attacco di dolore a una spalla e Pizzi si è offerto di farla una puntura. "Non farmi il Tramadol, che mi fa male", gli ha detto lei, ma il medico le ha somministrato proprio quel farmaco (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr