Cosa attendono i mercati dall'esecutivo della Federal Reserve

AGI - Agenzia Italia ECONOMIA

arà il comitato esecutivo della Federal Reserve a catalizzare l'attenzione dei mercati la prossima settimana.

Non sarà comunque la Fed l'univca banca centrale a esprimersi la prossima settimana.

"Ci sarà comunque un po' di nervosismo", ha detto Siddhartha Khemka, ricercatore della Motilal Oswal Financial Services.

Decisioni sui tassi saranno prese anche dalla banca del Giappone, dalla Banca d'Inghilterra, dalla Banca popolare cinese, dalla svedese Riksbank, dalla norvegese Norges Bank e dalla svizzera Snb

Per gli analisti, tuttavia, resta improbabile che l'inflazione possa registrare una frenata vigorosa da qui a novembre, e questo la Federal Reserve lo sa bene. (AGI - Agenzia Italia)

Ne parlano anche altre testate

Ma negli Stati Uniti, l’attività economica ha rallentato significativamente durante l’estate con la diffusione del tipo delta di virus, nonostante gli alti tassi di vaccinazione. La Fed dovrebbe presentare la sua ultima visione sull’inflazione, insieme ad altre questioni economiche, questa settimana durante il suo incontro politico. (Buzznews portale di notizie)

E però, alla fine dei conti, il tormento invece di scomparire, si acuisce: ma c’è o non c’è questo rumore quasi assente? Forse, un’idea geniale sarebbe quella di abolire le successioni legali dei beni, ma in questo caso sarebbe meglio dire dei debiti. (Il Sussidiario.net)

Un’istituzione della City che non aveva interrotto le attività nemmeno sotto le bombe della Seconda guerra mondiale. Quest’ultima è il più grande produttore di alluminio e si approvvigiona di più della metà della bauxite proprio dalla Guinea. (Il Sussidiario.net)

Mercati azionari europei sotto stress a inizio settimana con i principali indici scivolati ai minimi a circa due mesi. (Wall Street Italia)

Secondo gli analisti, un tantrum nel mercato obbligazionario richiederebbe un aumento dei rendimenti per 75-100 punti base, nel corso di un paio di mesi. Inoltre la Fed, almeno in teoria, fissa i tassi in base al naturale tasso d'interesse, il livello in cui l'occupazione completa coincide con un'inflazione stabile (Investing.com)

Sul fronte banche centrali attesa la pubblicazione del bollettino economico della Banca centrale europea (Bce) e le riunioni della Banca nazionale Svizzera, della banca centrale norvegese, di quella turca e infine della Bank of England. (Wall Street Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr