Green pass obbligatorio al lavoro dal 15 ottobre, firmato il dpcm

Green pass obbligatorio al lavoro dal 15 ottobre, firmato il dpcm
LatinaCorriere INTERNO

Il nuovo dpcm è stato firmato dal premier in vista del 15 ottobre quando, per recarsi a lavoro, bisognerà essere muniti di Green pass.

Il Green pass potrà essere richiesto al lavoratore in anticipo per esigenze organizzative nella pianificazione dei turni

In una nota, la Presidenza del Consiglio ricorda cosa cambia da venerdì, quando il green pass diventerà d’obbligo sul posto di lavoro.

I soggetti sprovvisti di certificazione verde dovranno essere allontanati dal posto di lavoro, ricorda Palazzo Chigi. (LatinaCorriere)

Ne parlano anche altri giornali

Ma c’è chi continua a ritenerlo sbagliato: “Così come è scritta la norma che entrerà in vigore il 15 ottobre è inapplicabile”, dice Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia, che raggruppa pilastri dell’agroalimentare (Scuola & Concorsi)

Questi lavoratori potrebbero essere individuati automaticamente attraverso uno scambio dati tra Sogei che detiene i dati sui green pass, e INPS che detiene i codici fiscali dei lavoratori e le aziende dove lavorano Non tutti questi sono lavoratori: potrebbero essere disoccupati, inattivi e non occupati, almeno per i 2/3, quindi 2,5-3 milioni”. (Agenpress)

Il green pass o il QR code possono essere utilizzati dal datore di lavoro solo ed esclusivamente per verificare che il dipendente, a partire dal 15 ottobre, sia in regola per accedere al posto di lavoro, ovvero provvisto di passaporto vaccinale. (Quotidiano di Sicilia)

Green Pass obbligatorio per tutti i luoghi di lavoro dal 15 ottobre: ecco dove verrà applicato

Come nel caso della verifica del green pass dei clienti dove è richiesto, come nei bar e ristoranti, anche in questa situazione riteniamo dovrebbe valere la responsabilità individuale e non andrebbero attribuiti compiti di controllo alle imprese Ai dipendenti che entreranno in azienda senza il green pass, invece, verrà data una sanzione da 600 a 1.500 euro oltre a eventuali provvedimenti disciplinari, anche se sarà escluso il licenziamento. (piacenzasera.it)

Il possesso e l’esibizione, su richiesta, del Certificato verde sono richiesti per accedere ai luoghi di lavoro ;. L’obbligo riguarda inoltre il personale di Autorità indipendenti, Consob, Covip, Banca d’Italia, enti pubblici economici e organi di rilevanza costituzionale. (News Rimini)

Il Green Pass sarà attivo fin da subito e non sarà più necessario aspettare 15 giorni, come invece era previsto fino ad oggi Senza Green Pass si verrà considerati assenti ingiustificati dal lavoro: nessuna sospensione, ma blocco dello stipendio senza conseguenze disciplinari e con il diritto di conservazione del posto di lavoro. (La Voce delle Valli)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr