Blitz a Brancaccio e Ciaculli, Orlando: "I mafiosi volevano creare nuovi cimiteri privati in città"

Blitz a Brancaccio e Ciaculli, Orlando: I mafiosi volevano creare nuovi cimiteri privati in città
PalermoToday INTERNO

"Inoltre, secondo quanto emerso dalle indagini, gli interessi di Cosa Nostra sarebbero rivolti alla gestione di terreni per creare nuovi cimiteri privati - ha aggiunto Orlando -.

L'amministrazione comunale ha sempre sostenuto con forza la propria scelta politica di non consentire la creazione di nuovi cimiteri privati in città.

L'operazione, inoltre, è la conferma che la mafia non governa più la città e che le forze dell'ordine sono sempre pronte ad intervenire ogniqualvolta Costra nostra prova a rialzare la testa

Lo ha detto il sindaco Leoluca Orlando commentando l'operazione congiunta di polizia e carabinieri che ha portato al fermo di 16 persone a Brancaccio e Ciaculli (PalermoToday)

La notizia riportata su altri media

Da qualche giorno cominciano a risalire le prime dosi di vaccino, mentre prima, da un po’, eravamo soprattutto impegnati nelle seconde dosi. “Ci siamo fatti un conto – spiega il commissario per l’emergenza Covid, il dottore Renato Costa – tutti quelli che vengono a farsi un tampone da noi sono, generalmente, non vaccinati. (Livesicilia.it)

I lavori prevedono la riqualificazione dell’area sterrata in un parcheggio pubblico gratuito di circa 40 posti: l’area era già usata come parcheggio, senza però asfaltatura e delimitazione degli spazi. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Operazione Stirpe dei carabinieri. L’emergenza sepolture è un affare su cui la mafia di Ciaculli, in grave emergenza economica, avrebbe voluto sfruttare per fare soldi. Il comune di Palermo si costituirà parte civile (BlogSicilia.it)

Palermo, blitz antimafia di carabinieri e polizia: fermate 16 persone

Il pizzo anche durante il lockdown ma nessuno denunciava, 16 arresti per mafia a Palermo Nessuno veniva risparmiato dai mafiosi: dai bar alle discoteche, dai panifici alle farmacie, tuti pagavano il pizzo. (Fanpage.it)

Carabinieri e Polizia di Stato hanno dato esecuzione, su delega della Direzione distrettuale antimafia, a 16 provvedimenti di fermo a carico di altrettanti indagati ritenuti a vario titolo responsabili di associazione di tipo mafioso ed estorsione aggravata del metodo mafioso. (Adnkronos)

Fermate 16 persone, tra cui i capi del mandamento di Ciaculli (ex Brancaccio) e delle famiglie di Brancaccio e Roccella. Questo è emerso nei due anni di indagini della squadra mobile di Palermo (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr