Insegnante soffre di trombosi, ma si vaccina con AstraZeneca: “Ho deciso di fidarmi della scienza”

Insegnante soffre di trombosi, ma si vaccina con AstraZeneca: “Ho deciso di fidarmi della scienza”
IVG.it INTERNO

A parte stanchezza e spossatezza, non ha riscontrato altri sintomi nei giorni successivi alla prima dose di AstraZeneca quella che viene definita la “più forte”.

“Il mio primo appuntamento per la vaccinazione era il 17 marzo, esattamente due giorni dopo il blocco imposto da Aifa per l’AstraZeneca – racconta -.

Così ho deciso di contattare l’ematologo che mi segue da anni per capire come comportarmi”. (IVG.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

L'Ema, ha spiegato Sileri, "può cioè individuare dei sottogruppi di popolazione che presentano un comun denominatore per un maggiore livello di rischio, e valutare il rapporto causa-effetto in tali gruppi" in relazione agli eventi trombotici rari che sono stati segnalati resce la circospezione attorno al vaccino AstraZeneca (Primocanale)

Stamattina si parlava della possibilità di limitare l’uso del vaccino AstraZeneca agli under 50 da parte del ministero della Salute. Lo stop per alcune categorie è possibile”. Sileri ha precisato tuttavia che “questo è successo anche per tanti altri farmaci”. (LA NOTIZIA)

I periti di parte, inoltre, sottolineano «la strettissima correlazione temporale con l’inoculazione del vaccino» e «l'evento infausto della prof. Turiaco, così come quelli di tutti gli altri eventi letali» registrati in casi simili L'esposto. (Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

Vaccini, Kyriakides: Parere Ema su AstraZeneca atteso per domani sera

In Europa. La Francia ha vietato il vaccino sotto i 55 anni di età, la Danimarca, la Norvegia e la Svezia hanno sospeso la somministrazione del vaccino, la Germania ha sospeso la somministrazione alzando in via precauzionale l’età ai 60 anni. (Tempo Stretto)

È quanto rivela in esclusiva la Reuters che cita a sua volta una fonte governativa australiana. Il portavoce ha ricordato che finora solo una richiesta di export era stata negata, quella di 250mila dosi che erano in partenze dall'Italia sempre verso l'Australia. (Fanpage.it)

Milano, 6 apr. Lo ha annunciato su Twitter la commissaria Ue alla Salute Stella Kyriakides (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr