Dopo l'eutanasia, droga libera. L'era dei referendum estremi

Dopo l'eutanasia, droga libera. L'era dei referendum estremi
ilGiornale.it INTERNO

Affermazione da decifrare; la Chiesa sul punto è sempre stata intransigente: no all'accanimento terapeutico, ma no anche ad ogni forma di eutanasia

Prima l'eutanasia, ora la cannabis libera.

Il quesito per depenalizzare il consumo personale della droga è stato depositato in cassazione, mentre Marco Cappato evoca numeri sfolgoranti sull'altro fronte: «Siamo a quota 850 mila firme».

Spesso queste battaglie sono state condotte in nome della presunta lotta all'oscurantismo e ad antiche concezioni religiose ritenute ormai inadatte. (ilGiornale.it)

Ne parlano anche altre testate

Proprio per questo la raccolta firme sarà interamente online e si firmerà tramite SPID. Nei prossimi giorni porteremo avanti iniziative di sensibilizzazione e pubblicizzazione dell’iniziativa referendaria, vi invitiamo anche a seguirci sulle pagine social. (ekuonews.it)

“Un ottimo avvio per il Referendum per la legalizzazione della cannabis che è un’occasione preziosa per cambiare una legge che per trent’anni ha prodotto danni e continua a produrne quotidianamente. Referendum cananbis, cosa cambierebbe. (Today.it)

Affidare alla coltivazione minima o al referendum la via d’uscita è solo la prova di una politica che mette la testa sotto la sabbia Un doppio percorso ipocrita e minimalista che non serve ad affrontare il vero nodo della drammatica situazione che coinvolge sempre più ragazzi e sempre più famiglie. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Referendum cannabis, boom di firme: ne arrivano 50mila in 5 ore. Corsa contro il tempo per raccoglierne…

A pochi giorni dall’approvazione della Camera al testo base per depenalizzare la coltivazione della cannabis - per uso personale e di non oltre quattro piantine “femmine”, cioè quelle che producono il principio attivo Thc - è partita la raccolta firme per un referendum sulla depenalizzazione dell’uso. (La Sentinella del Canavese)

A cura di Davide Falcioni. Cinquantamila persone hanno firmato online – in una sola ora – affinché venga indetto un referendum sulla depenalizzazione e la legalizzazione della Cannabis Referendum cannabis, in un’ora 50mila firme per la legalizzazione. (Fanpage.it)

La legge, infatti, consente che le firme a sostegno dei quesiti referendari siano raccolte solo nei primi nove mesi dell’anno, dall’1 gennaio al 30 settembre. Il traguardo delle 500mila adesioni necessarie non pare affatto irraggiungibile per il referendum per la depenalizzazione della cannabis. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr