Unicredit e Mps corrono in Borsa sull'annuncio di una possibile operazione

Yahoo Finanza ECONOMIA

I costi sono stabili su base annua e pari a 2,5 miliardi (+0,8%), con un rapporto cost-income al 56%.

In aggiunta, ricorda l’istituto, il 15 aprile 2021 l’assemblea degli azionisti ha approvato una distribuzione straordinaria per il 2021 pari a 652 milioni, integralmente sotto forma di riacquisto di azioni proprie.

L’operazione Mps e i dati semestrali sopra le attese spingono il mercato a premiare in apertura di seduta le azioni Unicredit (+5%) e soprattutto quelle della banca senese (+10%). (Yahoo Finanza)

Ne parlano anche altri giornali

Un accordo vincolante potrebbe essere raggiunto all'inizio di settembre Secondo gli analisti francesi si potrebbe profilare una possibile acquisizione che ricorda quella di Intesa Sanpaolo con le popolari venete. (Milano Finanza)

Le piroette mediatiche di Orcel (Unicredit) per celare il sì allo spezzatino (senza Npl e cause legale) di Mps. Smentire per celare. Il titolo dell’articolo del quotidiano romano è più che indicativo: “UniCredit, Orcel frena: nessuna fusione, prioritaria è l’Italia” (Startmag Web magazine)

Qualsiasi potenziale operazione avverrebbe nell'ambito dell'esistente focalizzazione da parte del gruppo su liberazione del valore interno che rimane e rimarrà una priorità» Di certo però da ieri seduto al tavolo c'è un interlocutore disposto a lavorare sulla privatizzazione del Monte. (Milano Finanza)

2' di lettura. Ausonio 25 Srl – società di scopo costituita a settembre 2019 e controllata al 100% da Gong Capital Spa ( società immobiliare del Gruppo Casillo, azienda pugliese leader mondiale nell'acquisto, trasformazione e commercializzazione del grano) – ha ricevuto da UniCredit un finanziamento da 10,47 milioni di euro per finalizzare l’acquisizione di un immobile cielo-terra in via Ausonio 25 a Milano, con l’obiettivo di ristrutturarlo integralmente e realizzare 51 appartamenti luxury da destinare alla vendita (Il Sole 24 ORE)

UniCredit vuole Mps? Magari con un maxi regalo di Stato o anche bonus di 7 miliardi di euro netti per convincere Orcel ad accollarsi sia la banca senese che Piazza Meda (Finanza.com)

Non è il centro destra ad avere litigato e aver fatto pace con Italia Viva per chissà quali contro-partite. Su Mps “la gatta frettolosa ha fatto i gattini ciechi”. (Siena News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr