Calcio: Figc, da vittoria Europei impatto sul Pil dello 0.7%

Tutto Cagliari - News SPORT

L'ennesima edizione di questo studio rende ben visibile a tutti gli stakeholders la varietà e la complessità dell'agire della Figc e dell'intero movimento calcistico, che promuove valori e registra numeri di assoluta rilevanza"

Calcio: Figc, da vittoria Europei impatto sul Pil dello 0.7%. vedi letture. (ANSA) - ROMA, 01 DIC - La vittoria degli Azzurri all'Europeo 2020 ha avuto un impatto economico diretto per la Federcalcio stimabile in circa 36 milioni di euro (il valore totale della produzione 2021 è stato di 229,5 milioni di euro, miglior risultato di bilancio nella storia della Federcalcio) e un impatto economico indiretto e indotto per il 'sistema Paese' stimabile in almeno lo 0,7% del Pil (circa 12 miliardi di euro). (Tutto Cagliari - News)

La notizia riportata su altri media

E anche in Italia traina il comparto dei giganti del web con un fatturato superiore a 2,8 miliardi di euro e 11.911 addetti su un complessivo del settore di circa 23.000 lavoratori. Amazon si conferma prima azienda websoft al mondo per ricavi e forza lavoro. (Start Magazine)

“L’introduzione del superbonus ha prodotto 43 miliardi di euro di investimenti autorizzati ad agosto 2022, che hanno attivato nel totale dell’economia – sia nella filiera delle costruzioni, sia nel resto dei settori – 90,5 miliardi, contribuendo per 57 miliardi alla formazione del Pil e attivando 700.000 nuovi addetti”. (LaPresse)

Nel triennio 2019-2021 i colossi del web hanno “risparmiato” 36,3 miliardi di tasse non pagate grazie alle plusvalenze nei Paesi con agevolazioni fiscali. I dati mostrano che nel 2021 circa il 30% degli utili ante imposte sarà tassato nei paesi a bassa tassazione e il risparmio fiscale lo scorso anno è stato di 12,4 miliardi. (Wall Street Italia)

Aziende che però hanno potuto beneficiare di un risparmio fiscale di 36,3 miliardi nel triennio 2019-2021, grazie alle agevolazioni di cui possono godere in alcuni paesi, che riducono l’aliquota media complessiva al 15,4%, rispetto a quella teorica del 21,9%. (la Repubblica)

E infatti secondo l’indagine annuale dell’Area Studi di Mediobanca sulle 25 maggiori WebSoft mondiali (con ricavi superiori a 12 miliardi di euro ciascuna) i primi nove mesi del 2022 mostrano come gli effetti delle tensioni geopolitiche ed economiche internazionali inizino ad avere ripercussioni anche su questi giganti. (infodata.ilsole24ore.com)

Dopo un 2021 eccezionale frenano i giganti del WebSoft. Tra gennaio e settembre i maggiori operatori mondiali del Software & Web crescono solo in termini di ricavi (+9,5%) e con asimmetrie a livello geografico: tiene il Nord America, spicca l’America Latina. (FIRSTonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr