Rifiuti speciali, l'Italia ne recupera il 69%. I veicoli fuori uso sono un problema

Rifiuti speciali, l'Italia ne recupera il 69%. I veicoli fuori uso sono un problema
La Repubblica INTERNO

“La sfida per la nostra industria – spiegano dall’Ispra - è diminuire la quantità di rifiuti speciali attraverso l’ottimizzazione dei cicli produttivi e la eco-progettazione, applicando tecniche in grado di rendere i prodotti maggiormente riciclabili o facilmente smontabili”.

Meno bene il recupero dei veicoli fuori uso: siamo al di sotto di quanto richiesto dall’Europa in termini di recupero totale del veicolo (84,2% a fronte di un target Ue del 95%)

L’incremento si è registrato soprattutto per i rifiuti non pericolosi che rappresentano il 93,4% del totale. (La Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

Il furgone guidato dall'uomo al momento del controllo stradale, era pieno di materiali ferrosi, rifiuti speciali (non classificabili come urbani), pericolosi e non pericolosi (come condizionatori, materiale da giardino, parti meccaniche non bonificate, rame alluminio, ferro). (Il Messaggero)

Il Campidoglio, tramite Ama, è pronto a portare i rifiuti in altre regioni che hanno offerto la loro disponibilità. «Saremo costretti a ridurre del 40% i conferimenti ai nostri Tmb» ha scritto Palumbo due giorni fa alla direzione regionale e al Campidoglio. (Corriere Roma)

Leggi anche Innovazione italiana: grucce e tavoli dal riciclo degli assorbenti. Del totale della produzione, oltre 70 milioni di tonnellate, pari al 45,5%, sono costituite da rifiuti provenienti dal settore delle costruzioni e demolizioni. (Rinnovabili)

MUD 2021: presentazione telematica entro il 16 giugno

L'assenza degli impianti. “Attualmente la situazione nelle strade è gestita e sotto controllo – ha premesso Stefano Zaghis. Ad oggi Ama non può fornire troppe garanzie sulla raccolta dei rifiuti. (RomaToday)

Va realizzato subito o potenziato l’unico esistente nel Lazio, di proprietà di Acea, società del Comune di Roma. Per il trattamento dei rifiuti differenziati, il piano prevede impianti per trattare l’umido, le plastiche e il vetro e i rifiuti ingombranti. (Corriere Roma)

16 giugno 2021 la presentazione del MUD 2021 (Modello unico di dichiarazione ambientale) per i rifiuti prodotti e gestiti nel corso del 2020. Il diritto per la trasmissione della comunicazione rifiuti semplificata è di 15 euro, da versare con le modalità previste dalle singole Camere di Commercio (Ipsoa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr