Bonus idrico 2022, quando presentare la richiesta - La nota del Ministero

Immobiliare.it News ECONOMIA

Come funzionerà la piattaforma per il Bonus idrico. Il Bonus di 1.000 euro per la sostituzione dei sanitari (per le operazioni che sono state fatte nel corso del 2021), potrà quindi essere richiesto solamente attraverso una specifica piattaforma che potrà essere accessibile attraverso il sito del Ministero della Transazione Ecologica, dopo essersi autenticati.

Per ultimare la richiesta, il contribuente dovrà presentare una serie di documenti, oltre le informazioni personali, tra cui l’importo della spesa sostenuta, le specifiche tecniche dei sanitari e una dichiarazione di non aver avuto accesso ad altri bonus per la sostituzione degli stessi beni

Tutto (quasi) pronto per accogliere le richieste. (Immobiliare.it News)

Se ne è parlato anche su altre testate

Che cos’è il bonus sociale luce, gas e acqua? Il bonus luce, gas, acqua 2022, è uno sconto, riconosciuto alle famiglie, con basso reddito (valore Isee), per diminuire il costo delle fatture delle utenze domestiche. (Insindacabili)

I requisiti per accedere al bonus:. lnps verificherà il possesso dei requisiti per ciascun nucleo familiare; Il SII (sistema informativo integrato) verificherà la fornitura per i bonus energetici; Il servizio idrico integrato locale si occuperà del bonus idrico (Tag24 - Radio Cusano Campus)

Il bonus acqua potabile per le spese sostenute nel 2021 potrà essere richiesto dall’1 al 28 febbraio. bonus acqua potabile. (InvestireOggi.it)

Il bonus è disponibile per per spese effettuate fino al 31 dicembre 2022 per chi ha acquistato e installato innovativi sistemi che migliorano la qualità dell’acqua dei nostri rubinetti. Il tetto massimo è di 1.000 euro per ogni unità immobiliare per le persone fisiche e 5.000 euro per ogni unità commerciale o istituzionale. (Ck12 Giornale)

L’ordinanza rimarrà valida fino alle nuove verifiche dell’Asp (Monrealelive.it)

INLINI. Chi ha preso in locazione l'abitazione principale e ha un reddito complessivo non superiore a 15.494 euro l'anno può detrarre 300 euro. Anche il costo dell'eventuale intermediario dell'agenzia immobiliare può essere detratto al 19% su una spesa massima di € 1. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr