Neonati e cadaveri sui barconi

Come la scena più sconvolgente di «Fuocoammare». Il fotografo greco Aris Messinis ieri era in mezzo al Mar Mediterraneo per l’agenzia Afp a documentare le operazioni di soccorso. È salito a bordo di un barcone, quando pensava che ormai tutti fossero stati messi in salvo: «Sono sceso nella stiva. Ho contato 22 cadaveri. Erano uomini e donne morti so... Fonte: La Stampa La Stampa
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....