California, il «killer del Golden State» si dichiara colpevole

California, il «killer del Golden State» si dichiara colpevole
Corriere della Sera Corriere della Sera (Esteri)

Spesso aggrediva donne single quando dormivano o altre donne mentre stavano facendo sesso con il compagno, legandole e poi violentandole di fronte al loro partner.

Joseph James DeAngelo Jr., il «killer del Golden State» che ha terrorizzato la California per 40 anni ed è stato arrestato nel 2018 (era un ex poliziotto) si è dichiarato colpevole di 13 omicidi per i quali è stato portato alla sbarra, durante l’udienza di lunedì 29 giugno al tribunale di Sacramento (California)

Se ne è parlato anche su altri media

Gli vengono attributi un centinaio di brutali omicidi e 50 stupri commessi tra il 1975 e il 1986. Si è dichiarato colpevole di 13 omicidi Joseph James DeAngelo, "il killer del Golden State" che ha terrorizzato la California per oltre 20 anni anche con stupri e rapine. (la Repubblica)

L’ex veterano della guerra in Vietnam è apparso in tribunale sulla sedia a rotelle e con la tuta arancione. Gli vengono attributi un centinaio di brutali omicidi e 50 stupri commessi tra il 1975 e il 1986. (L'HuffPost)

Joseph James DeAngelo Jr., il ‘killer del Golden State’, l’ex poliziotto, 74 anni, che ha scatenato il terrore negli Stati Uniti tra gli anni 70 e 80, si è dichiarato colpevole di 13 omicidi durante l’udienza di lunedì 29 giugno al tribunale di Sacramento (California) (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti