Sangue lungo le strade calabresi - Tragico incidente a Rosarno, un morto e tre feriti nello scontro tra due auto

LaC news24 INTERNO

Sul posto la squadra dei vigili del fuoco di Polistena che ha estratto uno dei feriti dalle lamiere dell'auto

Sangue lungo le strade calabresi. Terribile incidente lungo la strada Statale 682 “Jonio-Tirreno”.

Il traffico è deviato sulla viabilità secondaria con indicazioni sul posto.

Per tali motivi la Statale 682 è temporaneamente chiusa in entrambe le direzioni in località Rosarno (km 4,480) in provincia di Reggio Calabria, a causa di un incidente. (LaC news24)

Se ne è parlato anche su altri media

Il personale Anas è intervenuto sul posto per ripristinare la transitabilità appena possibile Il traffico è deviato sulla viabilità secondaria con indicazioni sul posto. (Soverato Web)

Sul luogo dell'incidente pure gli agenti della Polizia Stradale di Siderno che hanno effettuato i rilievi coadiuvati dai vigili del fuoco La persona deceduta è Luciano Tripodi, 57 anni, di Cittanova, imbianchino, padre di tre figli, che si trovava a bordo della Fiat Uno. (Gazzetta del Sud - Edizione Reggio Calabria)

Più tardi ne sono morti altri due, dopo che l'elisoccorso era intervenuto per portarli, in condizioni gravissime, negli ospedali di Vicenza e Padova. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, 4 autoambulanze e due elicotteri del Suem 118 (Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani)

Un grave incidente stradale è avvenuto pochi minuti fa sulla strada di grande comunicazione Jonio Tirreno. Due veicoli si sono scontrati frontalmente all’altezza del comune di Melicucco. (Telemia)

Nello scontro anche due feriti meno gravi, trasportati dalle ambulanze all’ospedale di Polistena, mentre il ferito più grave con politraumi é stato trasportato dall’elisoccorso all’ospedale di Reggio Calabria (Eco della Locride)

Al momento il traffico è completamente bloccato con code chilometriche sia in direzione est che in direzione ovest, dallo svincolo di Melicucco allo svincolo di San Fili. Sul posto si attende l’arrivo del magistrato. (StrettoWeb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr