Covid, i Nas a Mantova per la cura con il plasma. Dott. De Donno: " Non mi scoraggeranno"

L'AntiDiplomatico SALUTE

I risultati sono ottimi ed ecco che zac... arrivano i Nas dei Carabinieri su mandato del Ministero della Sanità perchè non sono convinti su questa cura.E c'è anche la frase sibillina postata sui social del Dottor De Donno dell'ospedale di Mantova che suona sinistramente sibillina: "Se qualcuno pensa di scoraggiarmi, non ci riuscirà".Poi ripensi che oggi Bill Gates ha chiamato Conte per sponsorizzare la ricerca sui vaccini anti Covid19.A parte il fatto che non si capisce a che titolo Gates s'impicci di sanità pubblica essendo un imprenditore del settore informatico con nessuna competenza nella materia specifica, e così ti vengono i primi sospetti. (L'AntiDiplomatico)

Ne parlano anche altre fonti

L'Ordine dei Medici ribadisce che le norme non sono cambiate, che la Fase 2 non è affatto sinonimo di fuori tutti. "non si può andare dal medico di base senza appuntamento e senza preventivo triage telefonico" ammonisce il Presidente di Udine Maurizio Rocco. (TGR – Rai)

Il messaggio è esplicito: “Chi non rispetta le regole, non rispetta la vita propria, quella del prossimo e quella del personale sanitario”. (Il Friuli)

Terapia al plasma: sperimentazioni al Sud e negli USA. Nel frattempo la terapia al plasma approda anche in altri ospedali, sia in Italia che all’estero. Diversi pazienti sono guariti dopo la terapia al plasma in via di sperimentazione. (Napoli.zon)

Da Pavia giungono finalmente buone notizie in merito alla terapia al plasma sperimentata su 52 pazienti dell’ospedale San Matteo. Perotti ha inoltre spiegato come il trattamento con il plasma sia al momento l’unica terapia senza controindicazioni: “Il trattamento al plasma iperimmune è l’unico razionale, sia biochimico che immunologico del Coronavirus, che abbiamo in questo momento. (Yahoo Finanza)

lla ricerca di 64 nuovi medici di famiglia per quasi 100mila trevigiani. Anche qui c’è la necessità di trovare al più presto 4 nuovi medici di famiglia: tre con il vincolo di aprire l’ambulatorio a Pieve del Grappa e uno a Monfumo. (Il Gazzettino)

Le norme e l'allarme. L'Ordine dei Medici ribadisce che le norme non sono cambiate, che la Fase 2 non è affatto sinonimo di fuori tutti. L'allerta arriva dall'Ordine dei Medici di Udine in occasione della riunione dell'ufficio di Presidenza durante la quale si è analizzato l'andamento del primo giorno della “Fase 2”. (Udine Today)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr