MILANO. DA OGGI RACCOLTA FIRME LEGA CONTRO AUMENTO BIGLIETTO ATM

MI-LORENTEGGIO.COM – LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA, POLITICA, ANNUNCI, SPORT, FOTO E VIDEO DI MILANO E LA LOMBARDIA ECONOMIA

Anche nel weekend e nelle prossime settimane saremo nei vari quartieri di Milano a promuovere questa battaglia contro l’insensata decisione di Palazzo Marino.

Il centrodestra lo aveva lasciato a 1 euro, la sinistra vuole imporre un rincaro del 120%.

Il sindaco Sala parla sempre di ambiente, di smog, di mobilità sostenibile e poi porta avanti il rincaro del biglietto?

In Consiglio Comunale il gruppo della Lega si sta impegnando con tenacia per bloccare l’aumento, ora portiamo questa nostra lotta nelle strade di Milano”. (MI-LORENTEGGIO.COM – LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA, POLITICA, ANNUNCI, SPORT, FOTO E VIDEO DI MILANO E LA LOMBARDIA)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Cresce il Pil italiano, e cresce con un ritmo sostenuto, superando le aspettative. Lo mette nero su bianco l’Istat nel report sulle Prospettive dell’economia italiana che aggiunge 1,1 punti percentuali alle stime di giugno, portando il dato atteso per il 2022 dal 2,8% al 3,9%, mentre “vede” una brusca frenata il 2023, quando la crescita dovrebbe fermarsi al +0,4%. (Quotidiano del Sud)

di Redazione Riviste al ribasso le stime di crescita nel biennio 2022-2023. Pesano l’incertezza sull’evoluzione della guerra tra Russia e Ucraina e l’elevata inflazione (T-mag)

Anticiclica, nel bene e nel male. (WineNews)

Così l’Istat che prevede che nel biennio l’aumento del Pil verrebbe sostenuto dal contributo della domanda interna al netto delle scorte(rispettivamente +4,2 e +0,5 punti percentuali) mentre la domanda estera netta fornirebbe un apporto negativo in entrambi gli anni (-0,5 e -0,1 punti percentuali). (Frosinone News)

Contro tutte le previsioni i BTP a 10 anni continuano a salire: a +10 da quando c’è il nuovo governo a Palazzo Chigi. Anzi, i BTP rispondono bene al governo Meloni se qualche giorno fa quelli a 10 anni offrivano un rendimento del 3,65%. (InformazioneOggi.it)

MeteoWeb Il risultato – sottolinea la Coldiretti – è che oltre 1/3 delle aziende agricole (34%) si trova costretta in questo momento a lavorare in una condizione di reddito negativo mentre più di 1 azienda agricola su 10 (13%) è in una situazione così critica da portare alla cessazione dell’attività secondo il Crea. (MeteoWeb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr