PASQUA IN RUSSIA/ 'Gesù risorto, estremo gesto di amicizia e di perdono'

PASQUA IN RUSSIA/ 'Gesù risorto, estremo gesto di amicizia e di perdono'
Il Sussidiario.net ESTERI

Loro non hanno capito niente, e soprattutto non hanno capito, se non dopo, che quel servizio era un gesto di amicizia, di testimonianza, di carità, di perdono.

Cristo Risorto ci porta una novità di vita, una vita nuova, attraverso il servizio.

Giovanni nota che Giuda è ancora lì alla tavola, e quindi anche a lui Gesù lava i piedi: estremo gesto di amicizia e di perdono.

Cristo è risorto!

Ma ancora più eclatante per me è stata la scoperta che il servizio già mi introduce in questi rapporti tra Gesù e il Padre, in questa novità di vita che egli, Gesù risorto, porta nella vita degli uomini. (Il Sussidiario.net)

Ne parlano anche altri giornali

(.) Giovanni, chinandosi sul petto di Gesù, gli disse: “Signore, chi è?”. Alla luce di queste righe, intense e drammatiche, si staglia la figura di Giovanni, espressione di un amore fedele, rappresentato nell’icono-grafia classica con la testa poggiata sul petto di Gesù (Corriere della Sera)

Gesù, che insegna il perdono. E Giovanni, simbolo di un amore fedele
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr