Dal walkman all'iPod, ecco i gadget tecnologici "scomparsi"

Dal walkman all'iPod, ecco i gadget tecnologici scomparsi
Sky Tg24 SCIENZA E TECNOLOGIA

Ansa. Se da un lato gli iPod hanno contribuito a trainare il mercato musicale dall'era dei cd a quella del digitale, ora è il successo della stessa piattaforma streaming Apple Music disponibile su ogni smartphone della stessa casa a determinare la fine dell’iPod.

Il lettore musicale ha perso la sua funzione entrando di fatto tra i gadget vintage

(Sky Tg24 )

Su altri media

Alla luce del trend esploso all’improvviso, non possiamo escludere che anche i modelli più recenti possano in breve tempo accrescere il loro valore. L’ultimo modello, quello con schermo touch, rimarrà disponibile per l’acquisto su Amazon e sugli altri store (incluso quello ufficiale) solo fino all’esaurimento delle scorte a magazzino. (Punto Informatico)

Certo, c’era stato un passaggio precedente necessario: iTunes, un negozio di musica solo digitale che poi sarebbe stato ampliato a film, eBook e podcast. A quel punto, in California è già tutto deciso e pianificato: nel 2019 viene lanciato “Touch”, settima e ultima generazione. (QC QuotidianoCanavese)

A posteriori possiamo dire che l’iPod è stato la prima pietra tombale sul formato fisico, ormai appannaggio soltanto di noi super appassionati, o strumento di marketing nei temibili firmacopie, o forse una specie di gadget come altri. (Rivista Studio)

iPod addio

La trasformazione continua. Steve Jobs queste cose le ha capite sia a livello personale (molte persone più o meno ci riescono) che soprattutto a livello imprenditoriale Soprattutto, Steve Jobs è l’idea che la vita debba essere una sfida, una cavalcata da affrontare con gusto e passione. (macitynet.it)

Addio agli iPod: a 21 anni dal primo modello, Apple ha annunciato di aver smesso di produrli. . Seguici su Facebook:. sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut (SulPanaro)

Insomma, questo dispositivo ha ormai una data di scadenza e gli ultimi esemplari verranno comprati soprattutto da collezionisti. Fine di una rivoluzione. (Radio Monte Carlo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr