La coppia Vignato-Palacio frena la Fiorentina di un super Vlahovic: è 3-3

La coppia Vignato-Palacio frena la Fiorentina di un super Vlahovic: è 3-3
La Gazzetta dello Sport SPORT

Perché ancora Vignato la dà a Palacio: triplette di assist e gol e 3-3 al 39’.

Il Bologna trova poi la doppietta di Palacio (26’ ancora assist di Vignato) ma c’è anche la doppietta di Vlahovic che al 28’sfrutta una mezza uscita “sporcata” da Soumaoro per il 2-3.

La chiosa è un quasi 4-3 con tiro di Skov Olsen e vede anche due fughe di Vlahovic poi bloccate per un derby dell’Appennino comunque pieno di fiammate e inediti

Triplette e doppiette — Nella ripresa la Fiorentina cambia copione: fa sfogare il Bologna per poi cercare di colpirlo in ripartenza. (La Gazzetta dello Sport)

La notizia riportata su altri media

Così il pareggio di Bologna appare come una mezza sconfitta, un passettino in avanti nel nulla, perché le altre dietro si muovono, vedi il Cagliari (eccola, una squadra vera). Con una difesa in simili condizioni, la squadra rende tutto quasi inutile. (LA NAZIONE)

Poi guardo sempre in Europa i giocatori che giocano nel mio ruolo, come Neymar e Coutinho" Il fantasista del Bologna Vignato ha parlato ai microfoni di Dazn dopo la sua grande prestazione contro la Fiorentina: “Il primo messaggio che ho letto dopo il match è stato di Mattia Bani, mi ha scritto “show”. (Viola News)

: Mihajlovic. FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ge. Al 15’ un velenoso traversone di Biraghi viene neutralizzato da Tomiyasu, mentre al 17’ un tiro-cross di Palacio sfiora il palo alla sinistra di Dragowski. (Zerocinquantuno.it)

Palacio: "Contento per la tripletta, devo ringraziare Vignato. Bisognava vincere, ma per come si era messa va bene così"

Palacio scrive la storia. Ma Palacio ha deciso di scrivere la storia. Bologna (4-2-3-1): Skorupski, Tomiyasu (31' st Skov Olsen), Danilo, Soumaoro, De Silvestri, Soriano, Svanberg, Orsolini, Vignato (46' st Juwara), Barrow, Palacio. (la Repubblica)

In Italia il primato apparteneva a Silvio Piola, stabilito in Lazio-Novara del 19 novembre 1950 a 37 anni, 1 mese e 20 giorni, mentre in Europa era nelle mani di Joaquin, autore di tre reti in Betis Siviglia-Athletic Bilbao del 9 dicembre 2019 a 38 anni, 4 mesi e 18 giorni. (Zerocinquantuno.it)

Tripla rimonta – «Peccato per la mancata vittoria, i tre punti erano importanti ma la partita ha preso altre pieghe. Oggi devo soltanto ringraziare Vignato per gli assist forniti, Emanuel è un ragazzo umile e un gran lavoratore» (Zerocinquantuno.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr