Nizza "situazione catastrofica", lockdown parziale e controlli rafforzati al confine

Nizza situazione catastrofica, lockdown parziale e controlli rafforzati al confine
Approfondimenti:
Gazzetta di Parma ESTERI

Il prefetto della regione Alpi Marittime, in Francia, ha NCHE annunciato un lockdown parziale nel fine settimana nella zona litoranea che va da Mentone a Thèoule-sur-Mer.

Saranno inaspriti i controlli alle frontiere, ha detto il prefetto, «tamponi molecolari potranno essere fatti a passeggeri di aerei scelti a campione».

Il prefetto della regione di Nizza, le Alpes-Maritimes, al confine con l’Italia, ha annunciato oggi il «rafforzamento dei controlli alle frontiere» nell’ambito della stretta che prevede per 15 giorni un lockdown parziale durante il weekend sul litorale. (Gazzetta di Parma)

Se ne è parlato anche su altre testate

Un altro elemento a favore nella lotta contro il virus è l’inizio delle vacanze scolastiche invernali, che a Nizza cominciano oggi. Dopo due giorni, già superata quota due milioni (Corriere della Sera)

La Francia cambia strategia di comunicazione. APPROFONDIMENTI CALCIO Mauro Bellugi, chi era il calciatore morto per il Covid. Ora, che l’indicazione venga dall’alto è sicuro. (Il Messaggero)

Il provvedimento entrerà in vigore da venerdì, per una durata di 15 giorni. In Francia preoccupa il nuovo picco di contagi da coronavirus registrato a Nizza , dove nell'ultima settimana sono stati segnalati 751 nuovi casi ogni 100 mila abitanti, contro 190 su scala nazionale. (Sky Tg24 )

Rafforzati i controlli al confine tra Francia e Italia

Mentre resta in vigore, per tutti i giorni della settimana e in tutto il dipartimento il coprifuoco alle 18. In particolare, da Mentone a Théoule-sur-Mer nei prossimi due fine settimana (a partire dalle 18 del venerdì fino alle 6 del lunedì) sarà in vigore un lockdown totale nell’area costiera. (Riviera24)

E il sindaco della città indica come causa l'eccesso di turisti nel periodo delle vacanze di Natale. APPROFONDIMENTI MONDO Boom di contagi a Nizza: 751 casi ogni 100 mila abitanti. (Il Messaggero)

Il prefetto ha detto che «per i viaggiatori stranieri che arriveranno negli aeroporti del nostro dipartimento, ci saranno test molecolari che potranno essere eseguiti su tutti i passeggeri di voli scelti in modo aleatorio». (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr