Fa strage con l'arco a Kongsberg. «Un danese che si era radicalizzato»

Fa strage con l'arco a Kongsberg. «Un danese che si era radicalizzato»
Avvenire INTERNO

Non ci sono parole per descriverla», ha sottolineato il sindaco di Kongsberg, Kari Anne Sand, nel commentare l’attacco.

Impossibile, al momento, dire se l’uomo che ha agito a Kongsberg avesse anche un movente politico.

Le vittime della strage sono quattro donne e un uomo, tutti di età compresa tra i 50 e i 70 anni, ha detto Saeverud.

Il 22 luglio scorso è stato il decimo anniversario delle stragi di Oslo e Utoya, compiute da Anders Behring Breivik

«In precedenza c'erano stati timori che l'uomo fosse radicalizzato», ha spiegato il capo della polizia Ole B. (Avvenire)

Su altre fonti

Il governo di coalizione a guida laburista si è insediato il giorno dopo che un uomo armato di arco e frecce ha ucciso cinque persone nella città sudorientale di Kongsberg e ne ha ferite altre due, riaccendendo la memoria sulla carneficina del 2011. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Le autorità hanno subito parlato di «molte vittime e feriti», senza specificare oltre il bilancio. Solo dopo uno scontro con l’uomo armato, la polizia è riuscita a bloccarlo. (Notizie - MSN Italia)

Dieci dei diciannove incarichi ministeriali sono ricoperti da donne, compreso il portafoglio "chiave" degli Affari esteri che è andato ad Anniken Huitfeldt del partito laburista. (IL GIORNO)

Nel nuovo governo norvegese ci sono anche due sopravvisuti alla strage di Utoya

Intervistato dal magazine Teknisk Ukeblad aveva detto: “Utøya farà per sempre parte della mia vita. Lì per lì giurò a se stesso che non sarebbe mai più tornato, due anni dopo è diventato il presidente del consiglio per la ricostruzione di Utøya negli anni 2013-2017. (laRegione)

Come spiegato dal capo degli agenti di Kongsberg, Øyvind Aas, il presunto aggressore sarebbe l'unica persona coinvolta. L’attacco con arco e frecce. Le informazioni sono ancora imprecise. (The Italian Times)

Dieci dei 19 incarichi ministeriali sono ricoperti da donne, compreso il portafoglio degli affari esteri che è andato alla laburista Anniken Huitfeldt. (Roccarainola.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr