Norvegia, fondo sovrano investe per la prima volta in infrastrutture rinnovabili

Norvegia, fondo sovrano investe per la prima volta in infrastrutture rinnovabili
Energia Oltre ECONOMIA

Il fondo sovrano norvegese da 1300 miliardi di dollari – il più grande al mondo – ha effettuato il primo investimento in infrastrutturale rinnovabili non quotate, annunciando una spesa di quasi 1,4 miliardi di euro per l’acquisto di una quota del 50 per cento in un parco eolico offshore nei Paesi Bassi di proprietà di Orsted. L’azienda, con sede in Danimarca, rimarrà l’operatore del progetto. Nel 2019 il fondo sovrano ha ricevuto l’autorizzazione del parlamento della Norvegia ad investire in

(Energia Oltre)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Se si trovassero materiali a basso costo per costruire le celle delle batterie, si potrebbe dare una spinta ben diversa alla transizione ecologica. Reagisce chimicamente con il separatore in fibra di vetro, che divide fisicamente l'anodo e il catodo, provocando un cortocircuito. (La Repubblica)

- Succede a Roberto Ghizzi, che lascia l'amministrazione provinciale per andare in pensione - Cambio al vertice nel Dipartimento cultura italiana, ambiente ed energia, guidato dall’assessore Giuliano Vettorato. (Energia Oltre)

Una giovane startup spagnola ha progettato un nuovo aerogeneratore che converte il vento in elettricità sfruttando le vibrazioni della sua struttura. La turbina eolica senza pale che parla spagnolo. (Rinnovabili. (Rinnovabili)

Nel 2020 stabilito il record di nuove installazioni in energie rinnovabili, nonostante il Covid

Un vaccino AstraZeneca è di efficacia elevata nei confronti di forme grave, tra l'80 e il 100% "La seconda somministrazione del vaccino AstraZeneca in chi ha ricevuto la prima dose è stata elemento di valutazione molto attento. (Yahoo Finanza)

Lo rende noto l'International Renewable Energy Agency (Irena) nelle Statistiche annuali sulla capacità rinnovabile 2021 confermando che "la quota di energia rinnovabile di tutta la nuova capacità di generazione è aumentata notevolmente per il secondo anno consecutivo. (La Repubblica)

Questa tendenza è inarrestabile, ma come evidenzia la revisione del nostro World Energy Transition Outlook, c’è molto da fare. Oltre l’80% di tutta la nuova capacità elettrica aggiunta l’anno scorso era rinnovabile, con il solare e l’eolico che rappresentano il 91% delle nuove energie rinnovabili”. (Eco dalle Città)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr