Studio Aifa-Iss: plasma dei soggetti guariti da coronavirus non riduce rischi

Studio Aifa-Iss: plasma dei soggetti guariti da coronavirus non riduce rischi
Rai News SALUTE

"Questo - indicano gli autori - potrebbe suggerire l'opportunità di studiare ulteriormente il potenziale ruolo terapeutico del plasma nei soggetti con Covid lieve-moderato e nelle primissime fasi della malattia".Il trattamento è risultato complessivamente ben tollerato, anche se gli eventi avversi sono risultati più frequenti nel gruppo che ha ricevuto il plasma, continua la nota.

Solo nel caso dei pazienti con una compromissione respiratoria meno grave (rapporto PaO2/FiO2 maggior o uguale a 300 all'arruolamento) è emerso un segnale a favore del plasma, che non ha però raggiunto la significatività statistica. (Rai News)

La notizia riportata su altri media

Le caratteristiche demografiche, le comorbidità esistenti e le terapie concomitanti sono risultate simili nei due gruppi di pazienti, 241 assegnati al trattamento con plasma e terapia standard (231 valutabili) e 246 alla sola terapia standard (239 valutabili). (Adnkronos)

Guarito dal Covid, ha sviluppato una quantità di anticorpi tale da risultare idoneo a donare il plasma potenzialmente utilizzabile per terapie sui malati. "È un gesto necessario - ha dichiarato - direi doveroso per chi come me ha contratto la malattia e ha prodotto anticorpi che potranno portare benefici ad altri". (ModenaToday)

Nel dettaglio lo studio ha confrontato l'effetto del plasma da convalescente ad alto titolo di anticorpi neutralizzanti rispetto alla sola terapia standard in pazienti con Covid e polmonite con compromissione ventilatoria da lieve a moderata (QUOTIDIANO.NET)

Il plasma convalescente non funziona contro il Covid (lo dicono Aifa e Iss)

Nel dettaglio lo studio ha confrontato l'effetto del plasma da convalescente ad alto titolo di anticorpi neutralizzanti rispetto alla sola terapia standard in pazienti con Covid e polmonite con compromissione ventilatoria da lieve a moderata. (ilmessaggero.it)

Di questi, 241 sono stati assegnati al trattamento con plasma e terapia standard (231 valutabili), e 246 alla sola terapia standard (239 valutabili). Su Facebook e non solo da tempo sono nati dei gruppi che lanciano appelli per la raccolta urgente di plasma iperimmune per salvare chi è affetto da Covid. (La Repubblica)

Nel dettaglio la mortalità complessiva era stata del 10,96% nel gruppo di pazienti curati con il plasma e dell’11,43% nel gruppo placebo Uno studio clinico randomizzato e controllato a cui hanno preso parte 487 pazienti non ha evidenziato benefici "in termini di riduzione del rischio di peggioramento respiratorio o morte nei primi 30 giorni". (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr