Benzina, ipotesi “fascia zero” contro i prezzi sloveni

Il Piccolo ECONOMIA

Ma, per tutta una serie di motivazioni, quella che sembrerebbe la via d’uscita più logica (e più facile) non ha mai trovato concretezza

Vendite su: +104,4% rispetto al 2019. GORIZIA È dalla notte dei tempi che si parla di equiparare i prezzi di benzina e gasolio con gli importi praticati in Slovenia.

Perché così si metterebbe fine all’esodo per il pieno e gli incassi delle accise (le tasse sui carburanti) resterebbero in Italia, anziché in Slovenia. (Il Piccolo)

Ne parlano anche altri giornali

Staffetta Quotidiana, poi, segnala che nella giornata di sabato scorso, Eni ha alzato il prezzo consigliato di benzina, gasolio e Gpl di 1 centesimo al litro così come la Tamoil per benzina e gasolio. (InvestireOggi.it)

Prezzo della benzina, una corsa al caro. Secondo l’Ansa, che cita a sua volta Quotidiano Energia, “per il servito si arriva fino a 1,95 euro al litro mentre il prezzo medio è a 1,876 euro al litro (ieri 1,873) . (Il Primato Nazionale)

E le previsioni non sono confortanti, visto che non ci saranno diminuzioni rilevanti almeno fino alla prossima primavera. Prezzo di benzina e diesel per auto in costante aumento, costo del metano raddoppiato in poche settimane. (TgVerona)

Tuttavia, gli italiani preferiscono ancora le “vecchie” auto a benzina e diesel. Allungare di dieci minuti un viaggio di circa un'ora può portare ad un aumento del consumo di benzina o diesel superiore ad un 14%. (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr