VISTI DA SINISTRA/ Letta e le nuove incognite a “destra” del Pd

Il Sussidiario.net INTERNO

Calenda: “Voterò Gualtieri al ballottaggio”/ “Michetti non è fascista ma un incapace”. La rivincita è quindi ora in cassaforte.

Frenare la discesa dei consensi del Movimento non può essere compito di Letta.

Senza voler contare il successo della Spd in Germania, che non è merito suo ma fa tanto “è cambiato il vento”.

Insomma, Letta sembra dire, in modo pacato e senza tanti giri di parole, “miei cari, la sinistra moderata e riformista adesso la rappresento io”

Come tutti sanno, Letta non ha chiamato nessuno dei due per chiedere loro di sostenere Gualtieri a Roma (Il Sussidiario.net)

Ne parlano anche altri giornali

"Questi intollerabili atti di violenza, che derivano da una matrice squadrista, contro la Camera Generale del Lavoro, ci preoccupano fortemente in quanto richiamano tempi bui quali quelli del ventennio fascista - prosegue la nota - A seguito di questi incresciosi eventi, domani (oggi ndr), parteciperemo in segno di solidarietà all’assemblea straordinaria convocata in via Boito, alle ore 10.00, dal sindacato. (SavonaNews.it)

Meloni: vicinanza a Cgil e forze ordine, Lamorgese inadeguata. politica. Mattarella: solidarietà a Landini. (TG La7)

E pare destinata a crescere anche la platea degli aventi diritto al voto a seguito del rinnovo di molte iscrizioni Una dura critica è stata mossa alla segreteria Zanellato per i risultati negativi del voto di domenica scorsa. (La voce di Rovigo)

In Toscana e non solo il Pd è stato perno naturale in questa tornata elettorale amministrativa di sinergie multitasking. Poi c’è una spinta emersa anche nell’ultimo fine settimana trascorso, alla moderazione in cui forze di centro potrebbero trovare collocazione (LA NAZIONE)

Ora che l’autonomia del PD valdostano passa in cosa alla mediazione fra potere unionista e interessi del PD romano, ogni margine è svanito. Un unionismo che boccheggia e che ha bisogno di qualche voto in Consiglio regionale, aspettando tempi migliori. (Valledaostaglocal.it)

Grande attenzione sarà posta all’area dei padiglioni ospedalieri dismessi, in parte di proprietà comunale ed in parte di proprietà dell’Azienda Sanitaria, che, secondo noi, dovranno mantenere una destinazione di utilità pubblica (Livorno Press)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr