AstraZeneca, 76 reazioni avverse e 19 morti in Inghilterra “Fate attenzione ai sintomi dopo la prima somministrazione”

AstraZeneca, 76 reazioni avverse e 19 morti in Inghilterra “Fate attenzione ai sintomi dopo la prima somministrazione”
Altri dettagli:
Leggilo.org INTERNO

E una nuova conferma sulla sicurezza del vaccino anti-Covid realizzato da AstraZeneca.

Il rischio è che la diffidenza nei confronti del trattamento vaccinale realizzato da AstraZeneca vadano a rafforzarsi

L’Ema, pur ammettendo l’esistenza di un legame tra la somministrazione del vaccino AstraZeneca e le trombosi rare, ribadisce la sicurezza del farmaco.

Prendiamo ad esempio il caso dell’Inghilterra, il Paese che più di chiunque altro ha sfruttato il vaccino AstraZeneca: i casi sospetti sono in totale 76, con 19 morti. (Leggilo.org)

La notizia riportata su altri media

"Sono tanti i cittadini che devono fare il vaccino AstraZeneca ma che arrivano all'hub con fascicoli pieni di documentazione medica da cui emergono diverse patologie. Lo ha detto all'Adnkronos Alberto Firenze, responsabile dell'hub vaccinale di Messina all'indomani della conferenza stampa dell'Ema che non esclude correlazioni tra il vaccino e rare trombosi. (MessinaToday)

Con queste parole l'assessore Pierluigi Lopalco chiarisce la questione. Lo riporta Ansa Puglia.«La vaccinazione degli over 60 sarà condotta utilizzando AstraZeneca in tutte le categorie, a meno che non si tratti di pazienti con elevato livello di fragilità, i cosiddetti ultra fragili, per cui è indicato il vaccino mRNA», aggiunge l'epidemiologo. (MolfettaViva)

Astrazeneca, quali sono i benefici e quali i rischi: tutte le differenze tra giovani e adulti. Lo studio

Si è sentita più volte questa frase nell'ultimo periodo dopo che l'Ema, l'agenzia Europea per i Medicinali, ha affermato di continuare con il vaccino Astrazeneca. Li ha indicati uno studio dell'Università di Cambridge, analizzando ciò a cui vanno incontro le diverse fasce d'età a seconda del rischio di rimanere contagiati. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr