Trieste, in piazza più di 150 lavoratrici e lavoratori dello spettacolo e della cultura Fvg

Trieste, in piazza più di 150 lavoratrici e lavoratori dello spettacolo e della cultura Fvg
Il Piccolo INTERNO

Foto di Massimo Silvano. TRIESTE Più di 150 lavoratrici e lavoratori dello spettacolo e della cultura sono di nuovo scesi in piazza oggi, martedì 23 febbraio, a Trieste.

Diverse le istanze presentate:. Agli assessorati competenti chiede pertanto la tempestiva erogazione dei ristori stanziati e che venga inoltre confermata l’intenzione di assegnare i fondi per le ripartenze sulla base di un’effettiva e certificata ricaduta occupazionale per tutti i professionisti del settore

Da allora, come si legge nel comunicato dell'Assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori delloSpettacolo e Cultura Fvg - salvo la brevissima parentesi estiva, centinaia di migliaia di lavoratrici e lavoratori del settore (oltre settemila occupati solo in Friuli Venezia Giulia — dati Inps 2019) stanno vivendo una condizione di profonda precarietà, disoccupazione e assenza totale di prospettive, sopravvivendo a stento con l’elargizione di insufficienti misure tampone: quattromilaottocento euro complessivi ai più fortunati, mentre molti altri rimangono tuttora a mani vuote perché ancora incagliati nelle maglie della burocrazia che non ha tuttavia sciolto i nodi legati al respingimento di legittime richieste, vista anche la non uniformità delletroppe e diverse posizioni lavorative presenti nel settore". (Il Piccolo)

Ne parlano anche altri giornali

Progetto Teatro X Tutti si è unito all’iniziativa di Unita ponendo l’attenzione anche a tutti gli allievi, agli appassionati, al pubblico e ai sostenitori delle iniziative teatrali. Ieri sera, in occasione dell’iniziativa dell’Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo (Unita) “Facciamo luce sul teatro”, anche Progetto Teatro x Tutti ha organizzato un appuntamento all’esterno della sala illuminata dell’ex biblioteca di Susegana. (Qdpnews.it - notizie online dell'Alta Marca Trevigiana)

Foto Riccardo Siano (siano). Alle 21,20 arrivano anche i carabinieri chiamati da qualcuno che temeva assembramenti: controllo dei documenti ai presenti, e la serata prosegue. L'iniziativa, tiene a precisare, "non è una protesta, quanto una necessità di riaccendere la luce sul teatro. (La Repubblica)

Programmazioni Televisive SpaP.IVA:02935550109 / C.F. :06146120156 (Primocanale)

Un anno senza spettacoli dal vivo. Arzenton (Zed): «Siamo pronti a ripartire, in sicurezza»

Oggi si è svolta la protesta delle lavoratrici e dei lavoratori dello spettacolo, che sono scesi in Largo di Torre Argentina a Roma con megafoni e striscioni, per chiedere al governo Draghi la riapertura di cinema e teatri. (Fanpage.it)

Omar aveva dichiarato di poter andare avanti ancora per poco e quando non ce l'ha fatta si è tolto la vita con una pistola. I lavoratori del settore si sono riuniti davanti al Teatro Mercadante di Napoli per protestare e chiedere immediati ristori (NapoliToday)

Su questo Valeria Arzenton commenta: «È necessario come non mai vedere con gli occhi del futuro, traendo forza dall’esperienza passata ma con la spinta crescente verso valori sempre più europei e cosmopoliti. (PadovaOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr