Confindustria, mossa anti-no vax: senza vaccino stipendio a rischio, la proposta

Confindustria, mossa anti-no vax: senza vaccino stipendio a rischio, la proposta
QuiFinanza INTERNO

Non va mai dimenticato che i lavoratori sono cittadini e hanno i diritti e i doveri di tutti i cittadini.

In caso contrario, si legge ancora nella email, "il datore di lavoro, ove possibile, potrebbe attribuire al lavoratore mansioni diverse da quelle normalmente esercitate, erogando la relativa retribuzione".

I lavoratori sono stati i primi, durante la pandemia, a chiedere sicurezza arrivando addirittura allo sciopero per ottenerla. (QuiFinanza)

Su altre testate

Il governo dovrebbe inserire anche i treni a lunga percorrenza, gli aerei e le navi e, come detto, anche i ristoranti al chiuso, ma per questi basterà soltanto la prima dose di vaccino.Intanto Confindustria, come ha riportato ieri il quotidiano Il Tempo, propone il green pass anche sui luoghi di lavoro con sospensione dello stipendio in caso di assenza. (La Pressa)

Non risulta tra i vaccinati neanche uno dei due ricoverati in terapia intensiva, che sarebbe l’imprenditore pesarese che aveva fatto due dosi di vaccino non riconosciuto in Italia come lo Sputnik. Il 5 per cento dei posti di terapia intensiva occupati da una parte e il 10 per cento dei ricoveri nei reparti non intensivi dall’altra sono. (il Resto del Carlino)

L'intento è quello di consentire ai datori di lavoro di richiedere l'esibizione di una certificazione verde valida ai fini di un regolare ingresso nei luoghi di lavoro e lo svolgimento delle mansioni lavorative dei vari soggetti. (Il Sole 24 ORE)

Locatelli: "Sono morti 27 bambini. Motivazione forte per vaccinarsi" - Notizie Scuola

Confindustria, piuttosto, si preoccupi di far rispettare gli accordi contro i licenziamenti", ha spiegato Landini. green pass - per accedere ai contesti aziendali/lavoristici, avviando interlocuzioni con il governo ai fini di una soluzione normativa in tal senso". (Today.it)

Provincia di Brescia: nuovi casi in 24 ore. Provincia di Brescia: nuovi casi in 7 giorni. Provincia di Brescia: variazione sui 7 giorni. Provincia di Brescia: variazione sui 7 giorni precedenti. Provincia di Brescia: nuovi casi ogni 100mila ab. (BresciaToday)

e Locatelli spiega che “due dosi offrono una protezione superiore al 97% dalle forme gravi di malattia. E’ fondamentale vaccinare per favorire la socializzazione dei ragazzi, la loro presenza a scuola e per ridurre la circolazione virale (Tecnica della Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr