Colle, aut aut di Berlusconi. Ma i centristi si smarcano

Il Sole 24 ORE INTERNO

Un profilo che non corrisponde certo a quello di Berlusconi.

Ma è anche vero che una candidatura di centrodestra che abbia la possibilità di essere condivisa anche dal Pd e/o dal M5s al momento non c’è.

Poi la precisazione in una nota ufficiale: «Decideremo la linea comune e andremo prioritariamente a confrontarla con i nostri alleati del centrodestra».

Non è il momento, insomma, ma il dato dello sganciamento è stato tratto

Ossia facendo capire che il suo progetto di arrivare al Colle più alto con i voti del centrodestra e di pezzi del Misto resta in piedi. (Il Sole 24 ORE)

Ne parlano anche altre testate

Così il deputato del Pd sulla corsa alla successione di Sergio Mattarella. (LaPresse) Francesco Boccia ha detto la sua sulla corsa al Quirinale che inizierà con le prime votazioni il prossimo 24 gennaio. (LaPresse)

Così il governatore ligure dopo aver incontrato il leader della Lega Matteo Salvini. “Non c’è bisogno di convincermi a votare Berlusconi, se ci saranno le condizioni noi ci saremo”. (LaPresse)

“Ci preoccuperebbe molto che il centrodestra possa prendere in considerazione una simile eventualità” Stiamo vivendo una fase delicata e importante, in un momento di profonda crisi sociale, economica e ambientale del Paese” e quindi “chiediamo che il futuro Capo dello Stato sia una figura che abbia capacità di sintetizzare il sentiment del Paese, che riesca a riportare la protesta dei giovani che chiedono un impegno forte nella lotta al cambiamento climatico e che sia una figura con una comprovata garanzia di etica pubblica, ecco perché la figura di Berlusconi non può essere portata avanti”, aggiunge. (LaPresse)

Così, dunque, la scelta del nuovo Capo dello Stato potrebbe uscire dal «sancta santorum» del Parlamento e invadere le piazze, contrapposte «Ci vengono i brividi - hanno detto i leader dei Viola Gianfranco Mascia e Adele Palazzo - al solo pensiero di vedere Berlusconi al Quirinale. (DiariodelWeb.it)

Il nome di Berlusconi non esiste perché il presidente della Repubblica deve essere super partes e responsabile e il comportamento di Berlusconi negli ultimi giorni non lo è. Magari, ci metterei la firma domani mattina. (LaPresse)

Il leader di Coraggio Italia: "Nessuno vuole schiantarsi contro un muro". (LaPresse) “Non c’è bisogno di convincermi a votare Berlusconi, se ci saranno le condizioni noi ci saremo”. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr